Udinese-Sassuolo, De Zerbi: "Tanti dubbi di formazione. Pareggi? Dobbiamo crescere"

Serie A
©LaPresse

L'allenatore del Sassuolo verso la trasferta di Udine: "All'andata con loro abbiamo avuto difficoltà per tanti motivi. Dispiaciuto per il 3-3 contro il Napoli, avremmo potuto vincere. Formazione? Se ci saranno rischi da prendere non lo farò". Fischio d'inizio sabato 6 marzo alle 18 con diretta su ​Sky Sport Serie A (satellite, digitale terrestre e internet) e Sky Sport 251 (satellite e internet)

UDINESE-SASSUOLO LIVE

Alle spalle il 3-3 di mercoledì contro il Napoli, nell'immediato futuro l'Udinese. Roberto De Zerbi e il Sassuolo ripartono dalla trasferta contro la squadra di Luca Gotti. "L'Udinese ha un'identità ben chiara e noi anche - spiega ai microfoni di Sassuolo Channel - all'andata abbiamo condotto la gara senza essere pericolosi. Abbiamo trovato difficoltà con loro per tanti motivi". C'è però anche un pensiero per il pareggio dello scorso turno: "Se guardiamo come abbiamo raggiunto il pari, su rigore al 95', diciamo e pensiamo che ci è andata bene ma se guardiamo la partita c'è rammarico perché avremmo dovuto, potuto e voluto vincere. Purtroppo abbiamo pagato a caro prezzo alcuni errori".

"Non rischio chi non è al meglio, possibile turnover"

approfondimento

26^ tra certezze e dubbi: le probabili formazioni

Non fanno parte dell'elenco dei convocati Bourabia, Boga e Chiriches, infortunati. De Zerbi non nasconde però i suoi dubbi sulla formazione da schierare: "Sabato mattina vedremo chi è uscito malconcio dalla gara di mercoledì e se ci sarà qualche rischio non lo prenderò - spiega - abbiamo Berardi che rientra da un infortunio abbastanza lungo, lo stesso Caputo e Defrel, Rogerio ha preso una botta mentre Muldur è uscito molto stanco dalla partita di mercoledì sera. Chi non ha giocato contro il Napoli è però pronto per far bene domani".

"Troppi pareggi? Abbiamo pagato le assenze"

approfondimento

Quali squadre hanno utilizzato più giocatori in A?

Sassuolo che ha ottenuto una vittoria nelle ultime otto partite giocate in campionato, intervallo in cui i neroverdi hanno totalizzato tre ko e quattro pareggi. "Nei pareggi spesso abbiamo avuto più occasioni da gol e più situazioni per vincere rispetto a quelle in cui rischiamo di perdere - è la chiave di lettura dell'allenatore - se abbiamo pareggiato tante partite e non siamo riusciti a vincere quando ne avevamo la possibilità vuol dire che non siamo pronti per alcune cose o che i giocatori determinanti non hanno attraversato un grandissimo periodo. Ora sono tornati a star bene e così si spiega la facilità maggiore ad andare in gol".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.