Udinese-Torino, Gotti: "Partita importante per il nostro campionato". Video

UDINESE
©LaPresse

L'Udinese attende il Torino sabato sera e Gotti chiede alla sua squadra di ripartire dopo i ko contro Lazio e Atalanta: "So di avere una squadra che vuole ricominciare a fare punti, partita difficile per entrambe le squadre. Novità in attacco? La gara con il Torino sarà molto diversa rispetto a quella con l’Atalanta"

UDINESE-TORINO LIVE

"So di avere una squadra che vuole ricominciare a fare punti, sarà una partita importante per il nostro campionato". L'allenatore dell'Udinese Luca Gotti suona la carica dopo le due sconfitte consecutive in campionato contro Lazio e Atalanta. I friulani attendono a Udine il Torino nel sabato sera della 30^ giornata di Serie A (ore 20:45, diretta su Dazn1). "Non so se sarà una partita bloccata, ma sicuramente sarà difficile sia per noi che per loro" spiega l'allenatore ai microfoni di Udinese Tv.

"Nuytinck out, possibili novità in attacco"

approfondimento

Serie A, 30^ giornata: curiosità e statistiche

La testa, assicura Gotti, è solo al Torino: "Pensare a una gara per volta non è una frase fatta - spiega l'allenatore - ma un concetto: focalizzare tutta l’attenzione su un unico obiettivo specifico, senza altri secondi pensieri che alla fine portano più uno svantaggi che vantaggi". Oltre a Deulofeu, sarà fuori dai giochi anche Nuytinck: "Non ha avuto un problema grave ma lo ha avuto. Insieme abbiamo deciso di proiettarci al saltare questa gara per non metterlo in una condizione di rischio che potrebbe essere pericolosa per il tutto il finale di campionato". In attacco sono possibili soluzioni differenti rispetto alla coppia Llorente-Braaf, schierata a Bergamo: "La gara con il Torino sarà molto diversa rispetto a quella con l’Atalanta - precisa Gotti - cambiano molte variabili e questo aspetto è da tenere in conto. Poi purtroppo è una costante di questo campionato che mi debba trovare a fare i conti settimana per settimana con la valutazione delle condizioni fisiche soprattutto degli attaccanti. Uno dei grandi impegni che ho durante la settimana è di cercare di comprendere chi di loro sta meglio. Dovrò scegliere il meglio possibile".