Bologna, Mihajlovic: "Rifiutai la Roma, ora posso batterla. 5-1 dell'andata fu colpa mia"

bologna

L'allenatore del Bologna alla vigilia della sfida contro la Roma: "Il ko della partita d'andata è stata colpa mia. Domani possiamo vincere. Fonseca secondo me sta facendo bene. Mi spiace per Spinazzola, ma visto come stava giocando ho dormito più tranquillo". E poi rivela: "Due anni fa fui io a dire di no alla panchina giallorossa"

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI

Pronto alla sfida, sicuro e determinato. Il solito Mihajlovic, insomma. Alla vigilia della trasferta dell'Olimpico contro la Roma (domani alle ore 18), l'allenatore del Bologna chiarisce subito che il match dell'andata (ko interno per 5-1) è archiviato: "Quella partita l'abbiamo persa meritatamente, una delle poche, se non l'unica, in cui abbiamo sbagliato tutto. E' stata colpa mia. Sono sicuro che domani faremo meglio. Noi abbiamo la nostra mentalità, la nostra identità. Andiamo all'Olimpico cercando di avere lo stesso atteggiamento mentale avuto con l'Inter. Abbiamo dimostrato che giocando così possiamo vincere con chiunque. A Roma abbiamo già vinto e possiamo ripeterci".  Sulla formazione, il serbo deve fare i conti con una difesa dalle scelte praticamente obbligate (De Silvestri, Danilo, Soumaoro e Dijks, in porta ballottaggio Skorupski-Ravaglia) visto il mancato recupero di Tomiyasu: "Poi mi restano Faragò, che non gioca da tanto e non è pronto, e Antov, che deve ancora abituarsi al campionato italiano. Ma davanti ho tanta scelta".

leggi anche

Fonseca: "Mio futuro? Quello che conta è la Roma"

La Roma, rappresenta una sfida certamente speciale per Mihajlovic. Una maglia indossata da giocatore e sfiorata da allenatore due anni fa: "All'epoca, vista la situazione, fui io a dire di no, non i dirigenti giallorossi a tirarsi indietro". E sul collega Fonseca, aggiunge: "Poteva fare meglio? Forse sì. Ma anche peggio. Lavorare a Roma non è semplice, la sua squadra gioca bene, difficilmente arriverà in Champions ma può salvare la stagione con l'Europa League. Non tocca a me giudicare il suo lavoro, ma secondo me sta facendo bene. Ho visto una grande Roma in Coppa e solo chi non ha mai fatto sport può pensare che i giallorossi possano scendere in campo pensando al match di ritorno con l'Ajax. Si è infortunato Spinazzola e visto come stava giocando ho dormito più tranquillo, anche se mi dispiace per il ragazzo: non avrei saputo chi mettergli contro. Di solito io preferisco affrontare le squadre al completo, ma con Spinazzola bisogna portarsi il motorino". Infine un commento su Vignato, in chiave Nazionale ("Non capisco come mai un talento come lui non venga chiamato dalla rappresentativa giovanile), e sul proprietario Saputo: "Se torna siamo tutti contenti perché è più di un anno che non viene e non è facile. Sul futuro vedremo nel momento in cui parleremo. Nel frattempo penso a lavorare".