Milan-Genoa, sfida tra '9' rossoneri di ieri, oggi e... domani?

milan-genoa

Domenica a San Siro si incrociano i "9" rossoneri di ieri, oggi e forse anche di domani. Da Mattia Destro, che Galliani portò in rossonero dopo una celebre citofonata a casa sua, al vice-Ibra Leao. Con Scamacca possibile obiettivo di mercato...

MILAN-GENOA LIVE

Ieri, oggi, domani. Passato, presente e futuro del Milan confluiscono nella partita di domenica contro il Genoa in una sfida tra “9” in bilico tra ricordo e anticipazione di ciò che potrebbe essere. Partiamo dal passato, allora, da un ex rossonero che il Milan adesso si troverà contro e proprio in uno dei suoi momenti migliori.

Ieri: quella citofonata di Galliani

approfondimento

I giocatori che portano più punti. CLASSIFICA

Mattia Destro al Milan richiama immediatamente un’immagine che fece la storia del calciomercato: gennaio 2015, alla porta dell’attaccante – all’epoca alla Roma – va a bussare Adriano Galliani, ma nel vero senso della parola. L’ad rossonero si presenta in persona sotto casa Destro per convincerlo a vestire la maglia del Milan, citofona e sale per una chiacchierata di mercato al termine della quale Destro si ritrova con la casacca rossonera numero 9 addosso. Non riuscirà a rendere quanto sperato, con appena 3 gol in 15 presenze, decidendo così dopo sei mesi di ripartire dal Bologna. Sei stagioni più tardi, il rossoblù è diventato quello del Genoa, e Destro è già a quota 10 gol in 23 partite: basti pensare che la doppia cifra, in carriera, l’ha raggiunta solo altre volte (con Siena, Roma e Bologna), l’ultima nella stagione 2016/17. Una rinascita, insomma, alla quale ha contribuito anche la partita d’andata contro il Milan: 2-2, e doppietta proprio di Destro.

Oggi: Leao ancora vice-Ibra

Squalificato Ibrahimovic, e qui si viene al presente, il Milan dovrebbe rispondere riproponendo al centro dell’attacco Leao, tornato al gol contro il Parma e già utilizzato come “9” in altre occasioni. Il portoghese (6 gol in questo campionato, già eguagliato il bottino della passata stagione) si propone come “vice-Ibra” non solo per il presente, ma anche in ottica futura, se dovesse confermare di avere i numeri per fare il centravanti.

Domani: Milan su Scamacca?

In caso contrario, ed eccoci al futuro, la sfida tra Milan e Genoa si sposterà nelle stanze del mercato, con i rossoneri che potrebbero decidere di puntare con decisione su Scamacca, il “9” di oggi del Grifone già cercato nell’ultimo mercato estivo, quando l’eccessiva quotazione del classe ’99 (25 i milioni richiesti dal Genoa) scoraggiò l’operazione, facendo ripiegare il Milan su Mandzukic, il “9” di oggi che non si sta rivelando il “vice-Ibra” sperato. L’intreccio è servito: domenica a San Siro, magari, inizieremo a sbrogliarlo.