Gasperini dopo Roma-Atalanta: "Superlega per motivi economici? Nostri conti in ordine"

ATALANTA

L'allenatore nerazzurro è tornato sull'argomento Superlega, rivendicando il lavoro della propria società: "Si parla di ragioni economiche, ma quelle società hanno già tanto denaro. I conti della famiglia Percassi sono sempre in ordine". E sulla partita: "Potevamo chiuderla prima, poi in 10 siamo andati in difficoltà"

ROMA-ATALANTA 1-1, GOL E HIGHLIGHTS

L'Atalanta pareggia 1-1 sul campo della Roma al termine di una gara ricca di emozioni. Prima di analizzare la sfida però Gian Piero Gasperini è tornato sull'argomento Superlega e sulle motivazioni economiche che ci sarebbero dietro alla creazione di questa competizione: "La legge deve essere uguale per tutti. Sento dire che certe idee nascono per necessità economiche, ma queste società hanno già tanto denaro. La famiglia Percassi ha sempre avuto i conti in ordine". E a proposito di competizioni europee, Gasperini ha voluto mandare un augurio nei confronti della Roma: "Spero possa vincere l'Europa League, sarebbe un grande risultato per il calcio italiano".

"Potevamo chiuderla, poi in 10 si è complicata"

leggi anche

La Dea frena ed è terza, con la Roma finisce 1-1

Atalanta che può rimpiangere le tante occasioni create, sopratutto prima dell'espulsione di Gosens, che però non gli hanno permesso di aumentare il proprio vantaggio oltre l'1-0: "C’è rammarico per questo, avremmo potuto chiuderla da un momento all'altro. Poi, con il rosso a Gosens, la partita si è complicata: rivedrò le immagini, in ogni caso ci stati un po' di cartellini che hanno creato dei rischi". Gasperini ha concluso, parlando dell'importanza nell'avere una rosa ampia e traccia un mini bilancio di queste ultime sfide: "Per noi chi entra rappresenta una forza avere tante alternative, in questo oggi un po' siamo mancati. La Roma ha poi approfittato della superiorità numerica. Torniamo a casa con un punto, tuttavia averne totalizzati 4 tra Juventus e Roma è positivo".