Benevento-Udinese, Vigorito annuncia silenzio stampa: "Non penso a esonero Inzaghi"

Serie A
©LaPresse

Il presidente giallorosso dopo la sconfitta con l'Udinese: "La squadra sta avendo più di qualche difficoltà negli ultimi tempi, è preferibile lasciarla in silenzio. Mi concedo una pausa di riflessione, ma all'orizzonte non ci sono provvedimenti drastici"

Un solo successo nelle ultime diciassette partite e zero vittorie allo stadio Ciro Vigorito nel 2021. Sono i numeri del Benevento che ha proseguito la striscia negativa casalinga con la sconfitta per 4-2 contro l'Udinese. Un risultato che ha portato al silenzio stampa del club campano, con il solo presidente Oreste Vigorito che si è presentato per le interviste post partita: "Non c'è alcun problema con Inzaghi - esordisce Vigorito a Dazn - Una partita come questa lascia qualche strascico in un momento particolare. Sono venuto io per dirlo: non è una protesta contro la stampa, è una nostra meditazione. Chiedo a tutti comprensione, è un pomeriggio triste. La squadra sta avendo più di qualche difficoltà negli ultimi tempi, è preferibile lasciarla in silenzio".

"Una pausa di riflessione"

leggi anche

Poker Udinese, Benevento nei guai: 4-2 al Vigorito

Nonostante il momento negativo, Vigorito ha sottolineato come la posizione di Inzaghi non sia a rischio: "Mi concedo una pausa di riflessione, ma non credo ci siano all'orizzonte provvedimenti drastici come ritiri o esoneri - spiega il presidente del Benevento a Sky Sport - In questo campionato, vissuto in maniera così sofferta viste le varie complicanze, vanno apprezzati tutti gli attori. Stiamo recitando una tragedia sotto forma di gioco, le misure drastiche servono per altro e non per il calcio".