Benevento-Udinese 2-4: gol di Molina, Arslan, Stryger Larsen e Braaf. Friulani quasi salvi

La squadra di Gotti conquista un successo prezioso e ora è a un passo dall’aritmetica salvezza. Al Vigorito partenza forte dell'Udinese che sblocca al 4' con il diagonale di Molina, servito da De Paul. Alla mezz'ora raddoppia Arslan, ma subito la riapre Viola su rigore. A inizio ripresa arriva il tris di testa di Stryger Larsen, ancora su assist dell’argentino, poi entra Braaf e cala il poker. Lapadula accorcia nel finale, ma il Benevento resta a +3 sulla zona retrocessione

LA CLASSIFICA

BENEVENTO-UDINESE 2-4 (HighlightsPagelle)

4' Molina (U), 31' Arslan (U), 34' rig. Viola (B), 49' Stryger Larsen (U), 73' Braaf (U), 83' Lapadula (B)
 

Lo scontro salvezza del Vigorito va all’Udinese, ormai prossimo all’aritmetica permanenza in A. I friulani, trascinati da uno straordinario De Paul, sono letali in attacco come mai accaduto quest’anno e con un poker mettono nei guai il Benevento, alla terza sconfitta nelle ultime cinque e senza vittoria dall’1-0 allo Stadium del mese scorso. Partita subito in salita per i ragazzi di Inzaghi, sotto alla prima occasione per il gol di Molina (il 1° in Italia). Arslan realizza il raddoppio e contribuisce a riaccendere le speranze dei padroni di casa sul rigore trasformato da Viola, poi nella ripresa arriva anche la rete del ‘quinto’ di sinistra, Stryger Larsen. Alla festa si aggiunge pure il neo-entrato Braaf che diventa il 17° marcatore diverso della squadra di Gotti, record del campionato. L’ultimo gol dell’incontro porta la firma di Lapadula, ma a trionfare al triplice fischio sono i bianconeri.

L'Udinese cala il poker, Benevento nei guai

Filippo Inzaghi sceglie la difesa a 3, composta da Glik, Caldirola e Barba. A centrocampo gioca Dabo mentre in avanti Sau la spunta su Gaich come partner di Lapadula. Gotti ritrova De Paul dopo la squalifica – unica novità rispetto al turno infrasettimanale - e si affida a Okaka prima punta, supportato da Pereyra. Molina e Stryger Larsen confermati sugli esterni, dietro spazio ancora al terzetto Becao-Bonifazi-Nuytinck. Pronti, via e dopo quattro giri di orologio l’Udinese va subito in vantaggio. De Paul illumina con una splendida verticalizzazione per l’inserimento di Molina che, col destro, batte Montipò in diagonale. Gli ospiti cercano di sfruttare la scia e si rendono ancora minacciosi con Okaka. Il Benevento, invece, prova a sfruttare i calci piazzati. Viola scalda il mancino su punizione, Glik, sugli sviluppi di un corner, chiama Musso al primo intervento con un controllo e tiro al volo in area. Inzaghi perde Sau per un problema muscolare a metà primo tempo e lo sostituisce con Gaich, ma alla mezz’ora i friulani segnano di nuovo. Grande progressione di De Paul che scarica sulla destra per Pereyra, bravo a pescare in mezzo Arslan: il centrocampista ferma la sfera e la indirizza sul palo lontano per il gol del raddoppio. Lo stesso Arslan, tuttavia, alla prima azione successiva sbaglia clamorosamente, di testa, il passaggio arretrato per Musso che travolge in uscita Lapadula. Dal dischetto Viola si dimostra implacabile e riapre la partita, restituendo fiducia ai giallorossi. Nel finale di tempo, infatti, Gaich calcia sporco e trova una ribattuta da cui nasce la conclusione di Caldirola, respinta da Musso. Prima dell’intervallo anche l’ultimo difensore, Barba, aggiunge il suo nome all’elenco dei tentativi con una rovesciata che sorvola la traversa.

L’Udinese parte forte anche nella ripresa e firma subito il tris. De Paul pennella un’altra palla deliziosa per il colpo di testa vincente di Stryger Larsen a centro area. La squadra di Gotti manca il poker in contropiede, Inzaghi allora si gioca tutto inserendo contemporaneamente Ionita e Iago Falque per Depaoli e Hetemaj. Proprio il moldavo, di testa, invita Musso all’ennesimo riflesso, mentre dall’altra parte spreca Okaka che spara a lato da buonissima posizione. Il portiere argentino si ripete ancora alla grande sul tiro da due passi di Gaich, sulla stessa azione scatta la ripartenza dei bianconeri con lo scambio tra Pereyra e Molina, chiuso dal destro del Tucu che colpisce il palo. L’allenatore friulano concede spazio nel finale a Braaf e il 18enne, appena entrato, chiude la partita: finta sul mancino e conclusione sul primo palo a battere Montipò per il 4-1. Il Benevento non molla neanche questa volta e riduce il passivo nel finale con Lapadula, decisivo nella sponda iniziale e poi nella finalizzazione con il destro, ma non basta a rimettere in discussione il risultato finale. L’Udinese è a un passo dalla salvezza, i giallorossi rischiano sempre di più.

TABELLINO

BENEVENTO (3-5-2): Montipò; Glik, Caldirola, Barba; Depaoli (56' Ionita), Hetemaj (56' Iago Falque), Viola (46' Schiattarella), Dabo (70' Insigne R.), Improta; Sau (24' Gaich), Lapadula. All. Inzaghi F.
 

UDINESE (3-5-1-1): Musso; Becao, Bonifazi, Nuytinck; Molina, De Paul, Walace, Arslan (55' Makengo), Stryger Larsen (70' Samir); Pereyra; Okaka (70' Braaf). All. Gotti

Ammoniti: Musso (U), Walace (U), Schiattarella (B)

1 nuovo post
FINISCE QUI! BENEVENTO-UDINESE 2-4!
- di fabrizio.moretto.1992
92' - De Paul scappa via in contropiede, ma viene recuperato da Schiattarella in area di rigore
- di fabrizio.moretto.1992
90' - Quattro minuti di recupero
- di fabrizio.moretto.1992

Roberto Pereyra ha fornito sette assist in questo campionato: è il suo record in una singola stagione di Serie A

- di fabrizio.moretto.1992
86' - Gaich ci riprova di testa, ma la conclusione è fuori misura
- di fabrizio.moretto.1992
Gol!
ACCORCIA LAPADULA! BENEVENTO-UDINESE 2-4!

84' - 
Bella giocata dell'attaccante che fa sponda di petto per Iago Falque, bravo a restituirgli la sfera al centro: destro di Lapadula che batte Musso
- di fabrizio.moretto.1992

L’Udinese non segnava quattro gol in una partita di Serie A da dicembre 2017 contro il Verona

- di fabrizio.moretto.1992
80' - Gaich cerca un complicato colpo di testa dal limite, ma la sfera termina sul fondo
- di fabrizio.moretto.1992
76' - Altro contropiede friulano, ma Molina colpisce male e spara alto
- di fabrizio.moretto.1992

Con Molina e Braaf sono 17 i marcatori dell'Udinese in questo campionato, nessuna squadra ne conta altrettanti

- di fabrizio.moretto.1992
Gol!
POKER DI BRAAF! BENEVENTO-UDINESE 1-4!

74' - 
Il neo-entrato chiude la partita: finta a rientrare sul mancino dal vertice destro dell'area piccola e conclusione a chiudere sul primo palo che trafigge Montipò
- di fabrizio.moretto.1992
72' - Benevento che si arrende ancora pericoloso sui calci da fermo
- di fabrizio.moretto.1992
Cambio!
70' - L'ultima mossa di Inzaghi dalla panchina è Roberto Insigne: gli lascia il posto Dabo
- di fabrizio.moretto.1992
Cambio!
70' - Doppio cambio per Gotti: fuori Okaka e Stryger Larsen, dentro Braaf Samir
- di fabrizio.moretto.1992
PALO DI PEREYRA! BENEVENTO-UDINESE 1-3!

69' - 
Sulla stessa azione ripartenza veloce dei friulani con Pereyra che scambia con Molina e calcia dall'altezza del dischetto, ma trova il legno
- di fabrizio.moretto.1992
69' - Musso para su Gaich! Tentativo da due passi dell'attaccante, ma il portiere è ancora un muro e respinge sulla linea
- di fabrizio.moretto.1992
68' - Benevento pericoloso con una bella palla in profondità per Gaich a cui Bonifazi sporca la conclusione in extremis
- di fabrizio.moretto.1992
64' - Okaka spreca! De Paul riesce in qualche modo a servire l'attaccante in area che si libera per il destro ma spara fuori da ottima posizione
- di fabrizio.moretto.1992
61' - Ancora Musso! Su cross da corner arriva lo stacco di Ionita, ma il suo colpo di testa trova l'ennesima risposta del portiere argentino
- di fabrizio.moretto.1992

Per la prima volta in una stagione di Serie A, Jens Stryger Larsen ha segnato più di un gol

- di fabrizio.moretto.1992

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport