DL Sostegni, 61 milioni per i tamponi per lo sport: 10 destinati alla Serie A

Serie A

Nella bozza del DL Sostegni bis, che verrà discussa in Consiglio dei Ministri nei prossimi giorni, è stato destinato un fondo pari a 61 milioni di euro per rimborsare le società professionistiche e dilettantistiche dei costi sostenuti per effettuare i tamponi per partecipare alle varie competizioni. Alla Serie A sono stati destinati 10 milioni

CORONAVIRUS, DATI E NEWS IN TEMPO REALE

Il mondo dello sport sta ripartendo dopo lo stop forzato a causa della pandemia. Nel mondo del calcio, dopo la ripartenza delle categorie professionistiche e della Serie D, dalla metà di aprile è ricominciato anche il campionato di Eccellenza in quasi tutte le regioni d'Italia. In tutte queste categorie esiste un protocollo da seguire, che prevede la necessità di effettuare test anti-Covid prima di ogni gara. Il Governo, nella bozza del DL Sostegni bis che verrà discusso nei prossimi giorni, ha inserito un fondo pari a 61 milioni di euro per risarcire le società sportive, professionistiche e dilettantistiche, dei costi sostenuti per i tamponi. Le 20 squadre di Serie A, in totale, riceveranno 10 milioni di euro. Alla Serie B, invece, saranno destinati 6 milioni, mentre 10 andranno alla Serie C. Ben 32 milioni di euro, infine, è la spesa prevista per i campionati dilettantistici di tutti gli sport.  

Gli altri contributi alle società

approfondimento

Vaccino per gli Azzurri, primo ciclo verso Europei

Nello stesso decreto è prevista anche una cifra importante, pari a 50 milioni di euro, come incremento del Fondo unico per il sostegno delle associazioni sportive e dilettantistiche per il 2021. Questa somma garantisce degli stanziamenti a fondo perduto per lo sport di base, cioè quelle attività rimaste chiuse come palestre, piscine e altre società. Inoltre, il DL Sostegni bis proroga per tutto il 2021 il credito d'imposta al 50% sulle spese che le imprese fanno per sponsorizzare società e associazioni sportive professionistiche e dilettantistiche che investono nei settori giovanili.