Inter, Zhang Jindong si dimette da presidente di Suning e candida Steven

inter

Si chiude l'era di Zhang Jindong in Suning. Il fondatore del gruppo ha infatti annunciato le sue dimissioni da presidente. Una decisione che arriva pochi giorni dopo la cessione del 16,96% delle azioni a un consorzio pubblico-privato. Zhang Jindong ha candidato il figlio Steven per il ruolo di Direttore non indipendente del gruppo

Si chiude l'era di Zhang Jindong nel gruppo Suning. Zhang si è infatti dimesso dalla carica di presidente e assumerà la carica di presidente onorario. Le dimissioni sono state annunciate dalla stessa Suning.com in una nota alla Borsa di Shenzhen, nella quale si aggiunge che le funzioni di presidente saranno svolte temporaneamente da Ren Jun, membro del consiglio di amministrazione (e del cda dell'Inter). Zhang Jindong continuerà a operare come advisor "per garantire lo sviluppo di alta qualità" e la continuità del gruppo: il cambio al vertice è soggetto all'approvazione degli azionisti, scrive il media cinese Caixin, attesa per il 29 luglio prossimo. Il futuro di Suning.com potrebbe vedere ancora ai vertici la famiglia Zhang. L'ormai ex presidente di Suning ha suggerito la candidatura del figlio, Zhang Kangyang - Steven Zhang, attuale presidente dell'Inter - come candidato al ruolo di direttore non indipendente: il suo nome compare a fianco di quelli di Huang Mingduan, Xian Handi e Cao Qun, scelti dal consiglio di amministrazione della società. Oltre a Zhang, altri tre dirigenti del gruppo hanno presentato le dimissioni dal gruppo da lui fondato nel 1990.

La cessione delle quote

leggi anche

Suning cede il 17% a un fondo con Alibaba e Xiaomi

Zhang Jindong ha studiato letteratura cinese all'Università Normale di Nanchino, prima di dare vita a Suning, che ha cominciato la sua attività vendendo condizionatori. Negli ultimi due decenni, Suning si è trasformata in un impero del retail con punti vendita in tutte le maggiori città cinesi. All'apice del successo, nel 2015, Alibaba ha annunciato investimenti per 4,6 miliardi di dollari per combinare la sua attività on line con la gestione dei punti vendita sul territorio di Suning. Il gruppo fondato da Zhang Jindong ha ottenuto visibilità globale l'anno successivo, con l'acquisto di una quota di controllo dell'Inter, che ha sostenuto le ambizioni globali della Cina nel calcio. Il cambio al vertice è stato accolto favorevolmente dagli investitori: il titolo ha terminato la seduta odierna alla Borsa di Shenzhen in rialzo dell'1,3%. Le dimissioni del patron di Suning.com giungono a pochi giorni dalla vendita di una quota del 16,96% a un consorzio guidato da fondi statali e che comprende grandi gruppi come Alibaba, Midea, Haier e Xiaomi per 1,36 miliardi di dollari. I