Inter, salta la tournée negli USA: la società ha deciso di non partire. "Troppi rischi"

Serie A
©Getty

La società nerazzurra ha deciso di rinunciare alla tournée negli Stati Uniti per tutelare la salute di tutta la squadra. Per l'Inter era prevista una permanenza in Florida tra il 22 e il 29 luglio. "Oggi gli spostamenti internazionali comportano troppi rischi", la spiegazione del club campione d'Italia

CORONAVIRUS LIVE, DATI E NEWS IN TEMPO REALE

Dopo aver iniziato la stagione ad Appiano Gentile, l'Inter era attesa dalla tournée negli Stati Uniti. La società nerazzurra ha deciso di non partire più, annullando quindi gli impegni previsti in Florida, dove la squadra di Simone Inzaghi, secondo i programmi iniziali, avrebbe dovuto sostare tra il 22 e il 29 luglio. L'Inter resterà dunque in Italia, rinunciando alla disputa di un torneo con Arsenal, Everton e Millonarios. Precedentemente c'era già stato il forfait dei Gunners, a causa di alcuni casi di positività al Covid all'interno del gruppo squadra. Successivamente anche l'Inter ha scelto di rinunciare. Una decisione presa dalla società nerazzurra per tutelare la salute dei tesserati.

Il comunicato: "Troppi rischi per gli spostamenti internazionali"

Con una nota sul proprio sito ufficiale diffusa in serata l'Inter ha spiegato i motivi dietro la rinuncia. "FC Internazionale Milano comunica che non si recherà negli USA per la Florida Cup in considerazione dei rischi che, allo stato attuale, comportano gli spostamenti internazionali in conseguenza dell’evoluzione del propagarsi della pandemia, rischi che hanno già causato il ritiro dalla partecipazione da parte dell'Arsenal",  fa sapere la società campione d'Italia.

Test con la Pro Vercelli: subito Calha-gol

approfondimento

Inter, c'è distanza con il Cagliari per Nandez

In attesa di ridefinire il quadro delle amichevoli estive, in virtù di questo cambio di programma riguardante la tournée negli Stati Uniti, l'Inter ha ospitato ad Appiano Gentile la Pro Vercelli, squadra di Serie C. Prove di 3-5-2 per Simone Inzaghi, che attende di avere a disposizione i nazionali impegnati negli ultimi Europei. Schierato dal primo minuto anche Calhanoglu, autore di un gol nel 4-0 finale (di Brozovic e Mulattieri con una doppietta le altre reti dei nerazzurri).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche