Serie A, fuorigioco semiautomatico: test al via nel 2022

Serie A
Lorenzo Fontani

Lorenzo Fontani

fuorigioco_var_luce

Dopo alcune prove svolte nei mesi scorsi, nella seconda parte del nostro campionato verrà sperimentato il fuorigioco semiautomatico, rigorosamente offline e quindi senza comunicazione col campo e impatto sul gioco. A cosa potrebbero portare gli ultimi sviluppi? Entriamo nei dettagli

FIFA E FIGC AL LAVORO PER CAMBIARE IL FUORIGIOCO

La tecnologia nel calcio corre sempre più veloce, e l'Italia si mette ancora in prima fila per assecondarla. Nella seconda parte del campionato infatti, dopo alcuni test già eseguiti nei mesi scorsi, nella nostra serie A verrà sperimentato - rigorosamente offline e quindi senza comunicazione col campo e impatto sul gioco - il fuorigioco semiautomatico. Da tempo la Fifa sta lavorando con i provider di tecnologia all'implementazione di sistemi che permettano una individuazione più precisa, ma soprattutto più rapida, della posizione di offside, con l'obiettivo di utilizzare un sistema nuovo a Qatar 2022.

Le novità

Con gli ultimi sviluppi si potrebbe arrivare non soltanto a una revisione di un episodio da Var (tipicamente un gol in sospetto fuorigioco) fatta automaticamente dalla macchina a gioco fermo (senza cioè la necessità che sia la mano umana a posizionare le famose righine rossa e blu di attaccante e difensore) ma addirittura a un sistema di "tracciamento" istantaneo della posizione degli attaccanti rispetto al pallone e al penultimo difensore. In questo modo in sala Var potrebbero vedere in tempo reale se c'è una posizione di offside. E a quel punto intervenire in caso di gol o rigore, salvo aver verificato ovviamente se si tratta di posizione punibile o meno. Quello la macchina ancora non può farlo. Per ora..

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche