Agente Insigne: "Il Napoli ha fatto un'offerta al ribasso, Lorenzo è spiazzato"

napoli
©IPA/Fotogramma

L'agente Vincenzo Pisacane ha parlato dello stato della trattativa per il rinnovo del capitano del Napoli: "La società deve fare un passo avanti nei confronti di un simbolo di Napoli. De Laurentiis sa bene che la proposta va aumentata e non tagliata". Trattativa in stand-by, non c'è ancora una data per il prossimo incontro

"Ho letto tante sciocchezze sulle richieste di Insigne per il rinnovo. Ognuno fa il suo gioco ma la società deve fare un passo avanti". Queste le parole dell’agente del giocatore, Vincenzo Pisacane, che si è espresso sulla trattativa per il prolungamento di contratto del capitano del Napoli in un’intervista a Il Roma. Pisacane ha spiegato che Insigne ha ricevuto un’offerta al ribasso per allungare l’accordo attualmente con scadenza 2022. "Inutile dire che Lorenzo sia rimasto spiazzato. Siamo sempre in contatto con De Laurentiis. C’è una stima reciproca con Aurelio ma sa bene che la proposta va aumentata e non tagliata. Siamo alla fase iniziale dei colloqui ed è normale che ognuno tiri l’acqua al proprio mulino. Si sta facendo passare Lorenzo come uno che sta chiedendo il mondo. E c’è qualche tifoso stupido che lo chiama mercenario. Tutte illazioni nate da notizie contrarie alla realtà. Non so come vengono fuori delle cifre non conoscendo i fatti", ha aggiunto. L'aspettativa dell’agente, si legge, è "che il club faccia un passo in avanti nei confronti del calciatore e di un simbolo di Napoli".

Trattativa in stand-by

leggi anche

De Laurentiis: "Rinnovo Insigne? Decide lui"

Per adesso la trattativa è ferma. Una fase di riflessione per entrambe le parti, che non hanno ancora stabilito quando avverrà il prossimo incontro. L'offerta del Napoli risale a circa un mese fa e, come ha evidenziato Pisacane, prevede un compenso minore rispetto a quello che percepisce attualmente il giocatore. Insigne e il suo agente stanno riflettendo sulla risposta da dare al presidente De Laurentiis, di cui comunque non hanno gradito le ultime dichiarazioni sull’avanzamento della trattativa. Da lì potrà aprirsi una nuova fase del dialogo, quella in cui Lorenzo Insigne porterà al club azzurro le sue richieste, che non sono solo economiche ma anche progettuali.