Chi è Afena-Gyan, l'attaccante 2003 della Roma che ha deciso la partita col Genoa

IL PROFILO

Cresciuto nell'EurAfrica Academy, in giallorosso da marzo del 2021, l'attaccante ghanese è il primo 2003 a segnare in Serie A. Da urlo il secondo gol contro il Genoa. Si è innamorato dei colori giallorossi nella notte della storica rimonta sul Barcellona in Champions League. La dedica per il gol (come fu per l'esordio) è per la sua mamma. E poi ringrazia Mou. Il mantra? Cercare di deludere il meno possibile

NON SOLO AFENA-GYAN: I PRIMI MARCATORI ANNO PER ANNO

All'anagrafe è Felix Ohene Afena-Gyan, per tutti è semplicemente Felix. E lui fortunato lo si sente ancora di più dalla serata di domenica 21 novembre 2021. Una partita da sogno. Data storica nel percorso calcistico di questo talento nato il 19 gennaio del 2003 a Sunyani, in Ghana. È lui infatti a far tornare alla vittoria la Roma dopo due ko di fila in campionato. Dentro al 75'. Gol sblocca partita all'82' e magia assoluta da fuori nel recupero. Il primo giocatore nato dopo il primo gennaio 2003 ad aver trovato il gol in Serie A. Primo ghanese ad aver segnato una rete in campionato con la maglia della Roma. Il più giovane giocatore straniero nell'era dei tre punti a vittoria ad aver segnato in A in giallorosso. E tanti altri primati.

Primo 2003 a segnare nel campionato italiano e...

highlights

Doppio Afena-Gyan: 2-0 della Roma sul Genoa

Afena-Gyan, infatti, è diventato anche il romanista più giovane dal 1927 a segnare una doppietta in giallorosso (a 18 anni e 306 giorni). Ed è anche il 19° più giovane a trovare la rete nel club (il record è di Amedeo Amadei a 15 anni e 287 giorni). Ma qual è la sua storia? Già in Cagliari-Roma Felix era diventato il primo 2003 a giocare in Serie A con la maglia della Roma. Mourinho aveva reso realtà quell'obiettivo che lui aveva già sfiorato più volte durante la gestione Fonseca: l'esordio in prima squadra, con quel gruppo che il 18enne ghanese ha conosciuto più volte durante gli allenamenti senza però mai essere chiamato in causa in impegni ufficiali. Le porte della prima volta (e del primo gol) si sono aperte dopo un avvio di stagione da urlo, con sei reti in cinque partite stagionali con le giovanili. Esterno d'attacco che sa muoversi anche da riferimento centrale, alla sua grande velocità Afena-Gyan abbina anche la capacità di cercare la rete più efficace e di cambiare rapidamente giocata. Un esempio è la rete segnata con la Primavera 1 giallorossa al Milan: prima salta il portiere sull'invito in profondità, poi alza la testa cercando compagni da servire e, non trovandoli, calcia in rete. Esito vincente.

Bruciato il Milan che lo seguiva

A Roma Afena-Gyan ci è arrivato nel mercato di gennaio 2021. L'allora capo scout delle giovanili Simone Lo Schiavo lo aveva segnalato a Morgan De Sanctis, responsabile del settore giovanile giallorosso. Per prenderlo la Roma decise di bruciare uno slot da extracomunitario, anche per battere la concorrenza del Milan che in quella sessione di mercato non aveva slot liberi. Tiago Pinto dà l'ok per chiudere: il costo 250 mila euro. Allora un azzardo, oggi un vero affare. Felix fa intravedere il suo potenziale con sette gol in altrettante partite ufficiali tra campionato Primavera e Under 18. Quest’anno è diventato subito un punto fisso della formazione guidata da Alberto De Rossi. I primi passi nel mondo del calcio coincidono con la maglia dell'EurAfrica Academy, in Ghana. Poi la chiamata giallorossa: esito di un lungo lavoro di scouting portato avanti dal vicedirettore sportivo Morgan De Sanctis. Contratto fino al 2023 per "un sogno che diventa realtà", come Afena-Gyan commentò il suo arrivo nella Capitale. La passione per la Roma, confessò, ha radici lontane: 10 aprile 2018, i giallorossi rimontano per 3-0 il Barcellona all'Olimpico e conquistano il pass per la semifinale di Champions League. Tre anni e mezzo dopo è lui a firmare gol per la Roma.

Grato a Mou (con promessa) e dedica per la mamma

ROMA

Mourinho: "Felix? Dovrò comprargli scarpe da 800€"

E la gratitudine fa parte del vocabolario di questo talento che compirà 19 anni nel prossimo gennaio. Dopo il primo gol è andato subito ad abbracciare Mou, che nel post gara ha rivelato un retroscena: "Gli avevo promesso delle scarpe che gli piacciono tanto e che costano tanto, 800 euro. E lui è venuto da me per ricordarmelo" ha detto José ai microfoni di DAZN, ridendo. Mentre Felix ha parlato così: "Una dedica? A tutti i miei compagni, ma soprattutto a mia mamma che è ancora in Ghana. Le voglio bene". E poi sullo Special One: "È un grande allenatore, tutti i giorni mi aiuta a migliorare. Mi motiva molto. Futuro? Quello di oggi è un sogno che diventa realtà. Voglio continuare e migliorare le mie performance". Lui che aveva già riservato parole speciali dopo l'esordio al proprio allenatore, e alla mamma. Una figura che ha avuto un ruolo fondamentale nella sua carriera: sempre di supporto, nonostante "volesse mandarmi all'Asante Kotoko, uno dei più grandi club del Ghana - ricordava al suo arrivo a Roma il giovane attaccante - non è successo, però sono andato all'EurAfrica Academy e sono molto grato a loro per avermi preso. Non dimenticherò mai ciò che hanno fatto per me".

La rinuncia (per ora) alla chiamata del Ghana

Scelte importanti, come l'ultima fatta dal ragazzo: rinunciare alla chiamata della nazionale ghanese per continuare a lavorare e crescere con Mourinho. Una decisione che lo Special One sposa appieno: "Lui vuole andare in Nazionale - ha spiegato nella conferenza post Genoa-Roma -, ma vuole andarci con uno stato di maturità importante. Vuole lavorare fino alla fine della stagione, è una richiesta sua. Penso che un giocatore debba avere l’opportunità di scegliere e penso che questa sia la cosa giusta per lui: lavorare con noi e crescere. Un giorno il Ghana avrà un giocatore finito, non un ragazzino che ancora deve imparare tanto".

Quel post di marzo 2021 e l'inizio della rincorsa

I social sono lo strumento che Afena-Gyan, come tanti suoi coetanei, usa per raccontare le proprie passioni. Che nel suo diario di bordo hanno un comune denominatore: il calcio. Nelle foto postate su Instagram, c'è Felix calciatore in tutte le salse: di corsa, pronto a festeggiare un gol (sono 15 in 27 presenze con la Primavera giallorossa, e 2 in 3 con la prima squadra) o intento ad allenarsi. Profilo inaugurato in occasione della chiamata con la prima squadra da parte di Fonseca, arrivata nello scorso marzo: "Dio, per favore, non farmi deludere le poche persone che credono in me" scriveva Felix. Quell'elenco mesi dopo, è cresciuto. E include lo Special One, che ha scelto Afena-Gyan per decidere il match col Genoa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche