Pioli dopo Genoa-Milan: "Possiamo toglierci soddisfazioni. Messias può crescere ancora"

MILAN
©Ansa

L'allenatore del Milan è soddisfatto per il successo sul Genoa e più in generale per la prestazione della squadra: "Se facciamo solo il compitino siamo come gli altri, dobbiamo sempre metterci qualcosa in più. Ibra? Con lui è miglioraro tutto ma anche lui è migliorato grazie ai suoi compagni". Sulla doppietta di Messias: "Pensavamo potesse essere da Milan, sono felice perché può migliorare ancora"

Stefano Pioli festeggia con una vittoria il rinnovo di contratto al Milan. i rossoneri si riportano a -1 dal Napoli trascinati anche da un sontuoso Ibrahimovic: "Ibra? L’unico giocatore che mi ha mandato un messaggio dopo il rinnovo". L'allenatore è soddisfatto per la reazione avuta dopo due sconfitte consecutive e per ciò che sta facendo la squadra: "È una stagione che può darci delle soddisfazioni, non so dove potremo arrivare, stasera abbiamo avuto una grande reazione, con grande intensità, noi non possiamo fare il compitino ma dobbiamo metterci qualcosa in più e quindi giocarci le gare con questa convinzione perché le altre squadre sono forti". Ed ancora su Zlatan: "Che l’arrivo di Ibra abbia migliorato tutto è sicuro ma i suoi compagni sono stati bravi ad accettare i suoi modi di fare e lui deve ringraziare i suoi compagni perché anche grazie a loro è tornato a essere forte come qualche anno fa, continuando a dimostrare tutte le sue qualità".

"Messias? Felice per lui e può migliorare ancora"

approfondimento

Genoa-Milan 0-3, gol e highlights

Nello specifico sulla gara e sulla voglia mostrata dal Milan in campo: "Se non abbiamo il pallone dobbiamo cercare di riconquistarlo il prima possibile, oggi lo abbiamo fatto bene perché lo abbiamo fatto tutti insieme - spiega - Questo ci permette di stare in gara con più attenzione e determinazione. Oggi sono stati bravi Krunic, Brahim e Messias a non dare riferimenti, non è importante chi c’è ma è importante avere tutte le posizioni coperte, in ampiezza, tra le linee e in profondità. Messias? Le gerarchie cambiano continuamente, ho tanti giocatori forti e tutti titolari, il livello della squadra è alto. Junior si è dovuto ambientare e ha avuto qualche problema fisico, è il giocatore che mi aspettavo, se ha giocato così nel Crotone sapevamo che lo avrebbe potuto fare anche nel Milan. Abbiamo creduto che avesse le qualità per giocare con noi e pensiamo ancora che possa crescere. Oggi ha fatto due gol di grande qualità, sono contento per lui ed è una fortuna avere tanti giocatori forti perché gli impegni sono tanti, sabato con la Salernitana non sarà mica semplice" Sull'infortunio di Kjaer: " Simon ha avuto sicuramente una distorsione, non conosciamo l’entità, vedremo nei prossimi giorni, speriamo non sia qualcosa di troppo lungo. Gabbia? L’ho tolto solo perché era ammonito e non volevamo correre rischi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche