Lazio-Udinese, Sarri: "Primo tempo di totale confusione, soddisfatto per la reazione"

lazio
©Getty

L'allenatore biancoceleste dopo il 4-4 con l'Udinese: "Partirei dal 96', perché sul fallo che poi ha portato al gol c'era una trattenuta su Zaccagni. Nel primo tempo abbiamo fatto tanta confusione, ma sono soddisfatto per la rimonta. Non dovremmo aver bisogno di queste reazioni, questo significa che ci manca continuità. Non possiamo ancora definirci una squadra nel vero senso della parola. Mercato? Ci servono dei rinforzi, poi dipende dalla società"

Dopo essere stata per ben due volte sotto di due reti, la Lazio riesce a rimontare contro l'Udinese e va addirittura sul 4-3, riassaporando un successo prezioso dopo le due pesanti sconfitte con Juventus e Napoli. Alla fine, però, la vittoria sfuma al 99', con i bianconeri che la pareggiano con Arslan. Per la delusione di Maurizio Sarri: "Partirei dal 96', eravamo in vantaggio ma, sul fallo del gol, Zaccagni è stato evidentemente trattenuto. Abbiamo l'amaro in bocca per questo pareggio – le sue parole a Sky Sport - Venivamo da due sconfitte consecutive, siamo stati bravi a rimontare e, in parità numerica, eravamo andati addirittura in vantaggio. I ragazzi hanno fatto confusione nel primo tempo, o perché intimoriti da quanto accaduto a Napoli o perché troppo vogliosi di volerla chiudere subito. Ma la squadra era molto più attivata, la sensazione che potessimo recuperare la partita io ce l'ho avuta. Sono soddisfatto per la reazione, la squadra ha dimostrato voglia di fare e carattere mentre nel primo tempo eravamo in totale confusione".

"Manca continuità, non dovremmo aver bisogno di queste reazioni"

vedi anche

Lazio beffata al 99' da Arslan: 4-4 con l'Udinese

Troppi alti e bassi per questa la Lazio, spessa costretta a dover rincorrere: "Non dovremmo avere bisogno di queste reazioni, ma dovremmo avere continuità nell'applicazione mentre a volte siamo completamente scarichi – prosegue Sarri - Non parlo di qualità, ma di attivazione mentale, questo ci porta spesso a dover reagire. Ci sono momenti in cui giochiamo da squadra, non lo facciamo con continuità purtroppo. Stiamo sbagliando tanto in fase difensiva e non mi riferisco solo alla linea di difesa, perché quando subisci un contropiede a campo aperto significa che è stata sbagliata anche qualche uscita dai centrocampisti. Poi capita che paghiamo anche tutto quello che sbagliamo, ma questa mancanza di solidità può trasformarsi in sfortuna come accaduto in questa partita".

"Non siamo ancora squadra, servono rinforzi"

vedi anche

Lazio-Udinese 4-4. HIGHLIGHTS

La Lazio di Sarri, quindi, ha ancora bisogno di lavorare e crescere, ma per migliorare l'allenatore chiede anche dei rinforzi: "Abbiamo ancora tante difficoltà, ogni tanto sembra che abbiamo acquisito certi concetti ma la partita dopo ti smentisce. Ancora dobbiamo trovare delle certezze, non possiamo definirci squadra nel vero senso della parola. Mercato? Dipende dalla società, noi abbiamo bisogno di fare qualche operazione. Poi questa può riguardare un giocatore importante o un giovane, ma qualcosa dobbiamo fare. Se lo faremo in due o tre mercati dipenderà dalle scelte della società", conclude.  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche