Roma, Sergio Oliveira: "Voglio aiutare il club a vincere. Mi piacciono le sfide"

roma

Il centrocampista portoghese si presenta: "Sono grato al Porto, ma avevo voglia di una nuova esperienza. Arrivo in un'età matura, la Roma può raggiungere grandi obiettivi. Voglio riconquistare la nazionale, il ct lo sa"

ROMA-CAGLIARI LIVE

"Arrivo in un'età matura in cui sento la responsabilità di aiutare la Roma". Si presenta così Sergio Oliveira, nuovo centrocampista giallorosso. Nuovi stimoli e nuove sfide quelle che cercava l'ex giocatore del Porto, arrivato nella capitale con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto: "Ho 29 anni, ho già dimostrato il mio valore nel calcio - spiega nella conferenza stampa di presentazione - Voglio fare del mio meglio dentro e fuori dal campo. La Roma ha grandi giocatori di personalità, io mi sento uno in più con il compito di aiutare e crescere insieme per raggiungere gli obiettivi che questo club merita. Sono un calciatore a cui piacciono le sfide. Sono molto grato al Porto per avermi fatto arrivare a questo livello e fatto crescere molto. Dopo 5 anni insieme avevo voglia di una nuova esperienza e sfida, pertanto non ho paura di arrivare a Roma in prestito. Sono qui per dimostrare il mio valore per poter restare qui più a lungo. Il modo migliore è dimostrarlo vincendo le partite".

"La Roma può raggiungere grandi obiettivi"

leggi anche

Spese nel 2021, solo la Premier davanti alla A

Vincere è l'obiettivo di Sergio Oliveira che racconta di aver seguito la Roma da lontano dopo l'amichevole giocata la scorsa estate in Portogallo: "Ho seguito la Roma per Pinto e Mourinho e ho stretto un rapporto con Pellegrini - ammette il centrocampista - La Roma può raggiungere grandi obiettivi, ma bisogna concentrarsi una partita alla volta, a partire da domenica, senza avere troppe pressioni esterne. Gioco dove vuole l'allenatore e posso mettere le mie qualità a disposizione della squadra". Sergio Oliveira ha parlato anche dei calci di rigore visto che lui è uno specialista dei calci piazzati: "Calcio spesso i rigori, ma la decisione spetterà all'allenatore. La Roma ha giocatori di qualità, come Veretout e Pellegrini che sono grandi specialisti, poi tutti possono sbagliare. Prendere la palla per calciare un rigore è una grande responsabilità".

"Voglio tornare in nazionale, il ct lo sa"

Non solo obiettivi da raggiungere con la Roma per Sergio Oliveira. Grazie alle prestazioni con i giallorossi, infatti, il centrocampista vuole riconquistare la nazionale portoghese (manca da giugno 2021 quando ha giocato l'Europeo) in vista dei playoff Mondiali: "Il mio obiettivo è tornare in nazionale e il ct lo sa - spiega - Il Portogallo deve vincere la prima partita e poi potrebbe affrontare l’Italia, ma in ogni caso ha tutte le carte in regola per andare al Mondiale".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche