Spalletti dopo Bologna-Napoli: "Dobbiamo arrivare per forza tra le prime quattro"

napoli
©IPA/Fotogramma

L'allenatore azzurro dopo la vittoria contro gli emiliani: "In alcuni momenti perdiamo le nostre caratteristiche e diventiamo molli. Mi arrabbio quando non facciamo le cose per bene. Davanti vanno forte, ma abbiamo le qualità per arrivare tra le prime quattro"

BOLOGNA-NAPOLI 0-2, GOL E HIGHLIGHTS

Delle prime quattro in classifica c'è solo una squadra che ha vinto nella 22^ giornata: il Napoli. La vittoria per 2-0 contro il Bologna grazie alla doppietta di Lozano ha regalato tre punti importanti agli azzurri verso l'obiettivo Champions. Un obbligo secondo Luciano Spalletti: "Noi abbiamo lasciato punti per strada che diventa poi difficile recuperare - spiega l'allenatore azzurro - Abbiamo perso partite che poi diventano complicate per la nostra classifica. Davanti vanno forte, ma noi dobbiamo arrivare per forza tra le prime quattro. Abbiamo la qualità per farlo e perdere il nostro gioco o mettere in discussione qualcosa per un gol poi ti crea problemi. Potevamo sfruttare meglio gli spazi nel finale e invece ci siamo creati difficoltà per il loro pressing".

"Questo Napoli ha il suo perché"

leggi anche

Lozano stende il Bologna: 2-0 Napoli al Dall'Ara

Analizzando la partita del Dall'Ara, Spalletti si è soffermato sui venti minuti finali dove il Napoli ha rischiato qualcosa sul forcing del Bologna: "La squadra quando capisce la strada da percorrere ha delle caratteristiche e ha un suo perché - racconta l'allenatore - In alcuni momenti questo lo perdiamo e diventiamo troppo molli. Per quello che rappresentiamo e per la maglia che indossiamo, abbiamo il dovere di rendere felici chi ci vuole bene e chi tifa per noi. Si fa bene il nostro lavoro e si rende felice i tifosi sennò siamo persone normali. Mi arrabbio quando non facciamo le cose per bene. Noi non siamo una squadra che può difendersi a oltranza. Noi dobbiamo lavorare i palloni, pulirli e riorganizzare le azioni. A noi difenderci a oltranza non riesce".