Probabili formazioni Serie A della 23^ giornata: le news dai campi

FORMAZIONI
©Getty

Tutte le ultime sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky Sport. Bennacer torna dalla Coppa d'Africa e sarà subito a disposizione di Pioli per la Juve. Allegri si presenta a San Siro con Dybala e Morata. Spalletti riflette su Osimhen titolare. Gasperini recupera Toloi e Maehle. Fiorentina senza Vlahovic

MILAN-JUVE LIVE

Occhi puntati su un paio di incontri a rischio rinvio. Il nuovo protocollo potrebbe far saltare il derby campano ma anche l'impegno dell'Inter contro il Venezia. Ovviamente restiamo tutti in attesa di comunicazioni ufficiali. Per quel che riguarda invece le notizie ufficiose ci affidiamo alle sapienti capacità della nostra squadra di inviati.

Il team di Sky Sport è ovviamente già al lavoro e le nostre chat sono piene di probabili formazioni. Tra dubbi, acciacchi, tamponi e nuovi allenatori di carne al fuoco ce n'è in abbondanza. Siamo pronti a soddisfare richieste di tifosi e fantallenatori e quindi basta chiacchiere. Passiamo subito alle notizie che arrivano dai ritiri di A.

LAZIO-ATALANTA, sabato ore 20:45

Lazio, Zaccagni si è allenato

Ci saranno assenze di rilievo in casa biancoceleste. Oltre al 'solito' Acerbi, Sarri ha perso Radu e Pedro. Zaccagni invece prova a stringere i denti e a recuperare dopo il colpo subito in Coppa Italia contro l'Udinese: buone sensazioni dall'allenamento della vigilia. Difesa con Patric centrale e Marusic sulla corsia sinistra. In mediana si rivede Lucas Leiva dato che Cataldi è squalificato. In attacco si va verso il tridente Felipe-Immobile-Zaccagni.

Atalanta, davanti assenti i colombiani

In casa Atalanta restano ai box in tanti. La squadra ha aspettato l'ultimo giro di tamponi prima di partire per Roma. In difesa pronta la linea Djimsiti, Demiral e Palomino con Toloi, recuperato, che dovrebbe prendere posto in mediana al fianco di Freuler. Problemi in attacco dato che Gasp è senza Muriel e Zapata. Nel 3-4-1-2 nerazzurro dovremmo vedere Miranchuk e Piccoli con Pessina rifinitore alle loro spalle

CAGLIARI-FIORENTINA, domenica ore 12:30

Cagliari, 9 assenti certi per Mazzarri

Mercato viola

Barone: "Inglesi su Vlahovic ma lui ha altre idee"

Tra positività e squalifiche (stop per Carboni e Pavoletti), non è semplice per Mazzarri fare la formazione anti Fiorentina. In porta tocca a Radunovic, Obert è in pole per un posto nella difesa a tre dei sardi mentre in mediana potremmo vedere sia Ladinetti che Kourfalidis. L'arrivo di Baselli potrebbe però modificare ulteriormente l'assetto di centrocampo. Davanti Joao Pedro farà coppia con Gaston Pereiro.

Fiorentina, out Saponara e Vlahovic

La convincente prova contro il Genoa dovrebbe valere la conferma di quasi tutta la squadra ma attenzione: l'elenco dei convocati non prevede Saponara e Vlahovic. Terracciano oramai ha operato il sorpasso e anche se Dragowski si è ristabilito non pare esserci ballottaggio tra i pali. In difesa Igor va verso la conferma mentre Duncan (e Castrovilli) spera di riprendersi una maglia in mediana. Davanti invece può scoccare l'ora di Ikoné dall'inizio insieme a Piatek.

NAPOLI-SALERNITANA, domenica ore 15

Napoli, Osimhen è prontissimo

Sul campo di allenamento si sono rivisti sia Ospina che Insigne. Entrambi quindi viaggiano verso la convocazione per la sfida contro la Salernitana. Atteso a Napoli anche Ounas, reduce dalla Coppa d'Africa che per la sua Algeria si è chiusa in anticipo. Possibile novità in attacco: dopo aver (ri)assaggiato il campo entrando dalla panchina, ora Osimhen punta a una maglia da titolare. E Spalletti potrebbe accontentare il nigeriano. Al momento resta Mertens la prima opzione ma la riflessione dell'allenatore è ancora aperta.

Salernitana, uomini contati per i granata

"Andremo a dare battaglia con i calciatori che avremo a disposizione". Queste le parole di Colantuono. Le positività sono tante ma non hanno raggiunto il tetto massimo previsto dal protocollo per poter rinviare la partita. Difficile ipotizzare il sistema di gioco viste le assenze. Dietro ci sarà Delli Carri con anche il possibile esordio di Perrone. Davanti invece Simy e Bonazzoli sono in pole

SPEZIA-SAMPDORIA, domenica ore 15

Spezia, squalificato Maggiore

Dopo l'incredibile vittoria a San Siro testa alla Samp per lo Spezia di Thiago Motta. Il tecnico deve sopperire all'assenza di Maggiore, fermato dal giudice sportivo ma potrebbero esserci anche altri cambi nell'XI titolare. Detto che la difesa resterà quella vista a Milano, in mediana si candida Kovalenko al fianco di Kiwior e Bastoni. In attacco invece probabile tridente con Gyasi confermato e il tandem Manaj-Verde in vantaggio sul resto della concorrenza.

Sampdoria, Giampaolo con la difesa a 3

Il cambio in panchina porterà con tutta probabilità anche un cambio nel sistema di gioco. Giampaolo ha subito schierato i suoi in allenamento con un 3-5-2 con Gabbiadini e Caputo a guidare l'attacco. Augello quindi giocherà più avanzato con Chabot quale possibile titolare nella difesa a tre che comprende anche Bereszysnki. In mediana ci saranno invece Rincon, Ekdal e Thorsby.

TORINO-SASSUOLO, domenica ore 15

Torino, un solo cambio rispetto a Genova

Reduce dalla vittoria in rimonta contro la Sampdoria, il Torino spera di continuare la marcia dei tre punti anche contro il Sassuolo. Juric pensa a un solo cambio rispetto all'XI visto al Ferraris: il trio d'attacco sarà ancora composto da Praet, Brekalo e Sanabria mentre in difesa può ritrovare posta Djidji con Zima che quindi uscirebbe dal radar della titolarità. Stagione finita invece per Fares che non potrà esordire con la maglia granata.

Sassuolo, riecco Berardi

Un ballottaggio in attacco per i neroverdi. Là davanti si rivedrà Berardi che ha scontato il turno di squalifica e che dovrebbe essere della partita anche se reduce dal Covid, si è negativizzato in settimana. Pochi dubbi su Scamacca e Raspadori mentre a sinistra c'è Kyriakopoulos in pole con Defrel quale seconda opzione anche se probabilmente Dionisi lo terrà in considerazione come possibile cambio in attacco. Dietro infine solito duello tra Muldur e Toljan.

EMPOLI-ROMA, domenica ore 18

Empoli, Cutrone e Asllani possibili novità

L'assetto scelto da Andreazzoli contro il Venezia ha visto l'impiego in contemporanea di Henderson e Bajrami alle spalle di Pinamonti. Di Francesco è ancora fuori con Cutrone che spera di poter avere una possibilità dall'inizio. Con due punte però a rischiare è Bandinelli dato che Henderson arretrerebbe in mediana. Ancora da confermare invece la coppia di centrali. Andreazzoli può scegliere tra Ismajli, Viti, Luperto e Romagnoli.

Roma, Felix sembra aver convinto Mou

Reduce dal passaggio del turno in Coppa Italia, la Roma si prepara per la non semplice trasferta in Toscana. Un po' di conferme in vista per Mourinho che pensa a un 4-2-3-1 con Sergio Oliveira confermato in mediana al fianco Cristante. Si va verso l'impiego dal 1' di Afena-Gyan assieme a Zaniolo e Mkhitaryan nei tre trequartisti a supporto di Abraham.

MILAN-JUVENTUS, domenica ore 20:45

Milan, Bennacer torna dalla Coppa d'Africa, sarà già a disposizione

Partito giovedì notte dal Camerun, Bennacer farà allenamento defaticante dopo la partita giocata con la sua Nazionale e domenica sera sarà a disposizione di Pioli contro la Juventus. Che dovrà decidere chi sarà il terzino destro (o esterno basso che dir si voglia) e il secondo componente della coppia davanti alla difesa. Sono sostanzialmente questi i ruoli da decidere in casa Milan a livello di XI titolare: Florenzi pare al momento in leggero vantaggio su Calabria. Davanti c'è ovviamente Ibra in pole mentre nel trio di trequartisti il sacrificato pare essere Messias. Resta da capire chi sarà il compagno di Tonali. Al momento è testa a testa serrato tra Krunic e Bakayoko.

Juventus, Arthur si candida in mezzo

In Coppa Italia è stato tra i migliori, ora cerca continuità anche in campionato. Parliamo di Arthur che è in lizza per un posto in mediana (ma Rabiot resta in vantaggio). Le certezze di Allegri sono McKennie e Locatelli e l'XI anti Milan è ancora per qualche verso da decidere. Cuadrado ad esempio potrebbe avanzare sulla linea di centrocampo con De Sciglio terzino destro. Con De Ligt ci sarà Chiellini mentre davanti spazio a Morata e Dybala.