Serie A, inferno o paradiso: lotta salvezza a 180 minuti dalla fine del campionato

Serie A
Massimiliano Nebuloni

Massimiliano Nebuloni

Da quando la  serie A è tornata a 20 squadre (stagione 2004-05) era già successo 4 volte che a due giornate dalla fine nessuno fosse ancora aritmeticamente retrocesso. Analizziamo ai raggi X come stanno le 6 squadre ancora in lotta per la salvezza

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI - EMPOLI-SALERNITANA LIVE

Paradiso e inferno hanno la stessa porta, ma il rischio di sbagliare ingresso in coda alla classifica è altissimo. Quest’anno il vero colpo di coda lo ha assestato la Salernitana, che dopo la sconfitta col Torino il 10 aprile era ultima in classifica: con 14 punti nelle ultime 6 giornate (recuperi inclusi), è salita al quart’ultimo posto e "vede" la salvezza: condizione atletica e morale al top sono spinte che nessuna delle altre concorrenti può vantare. Sicuramente non il Cagliari, che pareggiando proprio a Salerno a un secondo dalla fine ha interrotto una striscia di 7 sconfitte in 8 giornate. Calendario in salita, come l'ultimo tratto di strada del Genoa, che si è ripreso dallo shock per la sconfitta nel derby ma rischia grosso a Napoli. 

Venezia, morale opposto rispetto alla Salernitana

vedi anche

Il Genoa è in B, ora è lotta Salernitana-Cagliari

Sul Venezia, vittorioso domenica col Bologna, pesano le 10 sconfitte consecutive che l'hanno fatto precipitare all’ultimo posto. La squadra sta bene ma il morale in Laguna è opposto a quello di Salerno e anche due vittorie potrebbero non bastareQuattro punti sulla terz’ultima a 180 minuti dal gong è un margine apparentemente rassicurante sia per lo Spezia (unica tra le ultime 6 a non aver cambiato allenatore) che per la Samp, anche se i blucerchiati, avversarie alla mano, rischiano di più. Ancora un piccolo sforzo, per non imboccare la porta dalla parte sbagliata.