Ibrahimovic: "Mai sofferto tanto, ho giocato sei mesi senza un legamento del ginocchio"

milan

L'attaccante rossonero manda un messaggio su Instagram dopo l'operazione al ginocchio: "Mai sofferto così tanto come negli ultimi mesi, faticavo anche a dormire. Ho giocato sei mesi senza il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, ma avevo in mente solo di vincere lo scudetto"

La gioia per lo scudetto, poi l’operazione a Lione per la ricostruzione del legamento crociato anteriore  e da adesso l’inizio della fase di riabilitazione che lo terrà lontano dai campi di gioco per 7-8 mesi. Zlatan Ibrahimovic con un messaggio sul proprio profilo Instagram ha voluto raccontare gli ultimi difficili mesi nei quali ha convissuto con il problema al ginocchio che lo ha costretto all’intervento chirurgico. "Negli ultimi sei mesi ho giocato senza il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Ho il ginocchio gonfio da sei mesi. Ho potuto allenarmi con la squadra solo 10 volte negli ultimi sei mesi. Ha fatto più di 20 iniezioni in sei mesi. Ho svuotato il ginocchio una volta alla settimana per sei mesi. Ho preso antidolorifici ogni giorno per sei mesi. Ho dormito a malapena per sei mesi a causa del dolore. Non ho mai sofferto così tanto dentro e fuori dal campo. Ho reso qualcosa di impossibile in qualcosa di possibile. Nella mia mente avevo un solo obiettivo, rendere i miei compagni di squadra e il mio allenatore campioni d'Italia perché ho fatto loro una promessa. Oggi ho un nuovo legamento crociato anteriore e un altro trofeo", si legge nel messaggio su Instagram scritto da Ibrahimovic.

Ibrahimovic ha il contratto in scadenza col Milan a fine giugno

vedi anche

Birra e sigaro, Brozovic fa festa con la Croazia

Le tempistiche dell’intervento – subito dopo la fine della stagione – lasciano intendere la volontà di Ibrahimovic di continuare a giocare, molto ovviamente dipenderà dalla sua ripresa. Lo svedese, ricordiamo, è stato operato “per risolvere definitivamente l'instabilità dell'articolazione attraverso la ricostruzione del legamento crociato anteriore, con rinforzo laterale e riparazione meniscale”. La prima prognosi è di uno stop di 7-8 mesi, ma lo stesso Ibra tra 5-6 mesi valuterà le proprie condizioni per decidere il da farsi. Ibra che ricordiamo è in scadenza di contratto con il Milan al 30 giugno: lo svedese potrebbe anche accettare di prolungare con uno stipendio minimo così da avere la copertura assicurativa e potersi curare a Milanello.