Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
29 novembre 2016

Tonucci: "Non mollo mai. Verona? Che rabbia"

print-icon
Denis Tonucci - Bari

Il difensore del Bari Denis Tonucci (foto Getty)

Il difensore del Bari in conferenza: "Mi chiamano 'l'ultimo dei Mohicani'? E' uno dei miei film preferiti. L'obiettivo adesso è arrivare in zona playoff entro la fine del girone d'andata, giocando così possiamo farcela"

La prima sconfitta dell’era Colantuono, il Bari deve ripartire dopo il ko del Bentegodi contro il Verona di Pecchia. Obiettivo: rialzarsi subito, e riprendere il buon cammino in Serie B intrapreso dopo la vittoria sul Carpi. “Fa molta rabbia perdere così dopo aver giocato alla pari del Verona”, commenta il difensore Denis Tonucci in conferenza stampa. E poi ritorna sulla dinamica dell’azione che ha portato al gol decisivo di Pazzini: “Non sembrava uno schema studiato. Nell'occasione sono stati bravi Valoti e proprio lo stesso Pazzini. L'unica volta che noi centrali l'abbiamo mollato, ci ha fregato. Noi - prosegue il difensore del Bari - dobbiamo migliorare nella fase difensiva e sulle palle inattive. Rosico ancora perché la prestazione è stata buona - aggiunge Bonucci - ma dobbiamo trasformare la delusione per la sconfitta di domenica in voglia di riscatto per la prossima partita”.

“L’ultimo dei Mohicani”, dopo le ottime prestazioni dell’ultimo periodo a Bari lo chiamano così. Elogi e applausi, Tonucci sorride: “E’ anche uno dei miei film preferiti. Non sono certo un pilastro di questa squadra, in gruppo ci sono altri compagni che hanno un curriculum, una carriera ben più nobile della mia. Io - prosegue il difensore biancorosso - sono a disposizione di Colantuono con le mie qualità, con quello che posso fare e dare alla squadra: la mia voglia e la mia capacità di non mollare mai”, aggiunge Tonucci.

Infine, gli obiettivi stagioni. Perché con 5 gare al termine del girone d’andata e 20 punti in classifica, è già tempo di tracciare i primi bilanci: “Vorremmo essere nel pieno della zona playoff al termine del girone d’andata, in posizioni significative. Lo spirito giusto è quello che si è visto nelle ultime due-tre gare. Lavorando così - conclude Tonucci - potremo raggiungere questo primo, parziale obiettivo".