Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
13 dicembre 2016

Entella, Breda: "Dovevamo stare più attenti"

print-icon
breda_entella_Lapresse

Roberto Breda, allenatore dell'Entella (La Presse)

L'allenatore della squadra ligure si è detto dispiaciuto per aver gettato via un punto prezioso ma ha sottolineato comunque le note positive della sua squadra: "In dieci uomini avremmo dovuto prestare maggiore attenzione, dovevamo essere più compatti. E' un peccato"

La Virtus Entella vede sfuggire all’ultimo minuto il pareggio contro l’Ascoli, i gol di Cacia e di Favilli vanificano l’iniziale vantaggio della squadra ligure e non permettono così all’avversario di tornare a quella vittoria che manca dallo scorso 25 ottobre. Nel prossimo impegno, i liguri affronteranno l’Hellas Verona al Bentegodi. E’ un Roberto Breda amareggiato quello che commenta la partita nel post gara: "Non posso rimproverare molto ai miei ragazzi - ha detto il tecnico in conferenza stampa - se non che avremmo dovuto metterci un pizzico di attenzione in più".

"La partita che abbiamo fatto è stata giusta, i ragazzi hanno affrontato l’avversario con l’atteggiamento che io aveva chiesto loro di avere. Ma dovevamo stare attenti fino alla fine perché proprio a pochi secondi dal fischio finale siamo passati in svantaggio e abbiamo così perso un punto che sarebbe stato molto prezioso. In più eravamo anche in inferiorità numerica e per questo avremmo dovuto prestare maggiore attenzione. L’espulsione di Troiano ci ha penalizzati, questo è sicuro, tant’è vero che il gol che abbiamo preso è nato da un traversone su cui non siamo stati bravi e che abbiamo concesso proprio perché eravamo in dieci. Mi dispiace, dovevamo essere più compatti, soprattutto dopo essere rimasti in inferiorità numerica".

"E' davvero un peccato che sia finita così, la vittoria manca da un po’ e riuscire a fare tre punti oggi sarebbe stato fondamentale anche dal punto di vista psicologico per affrontare le prossime gare. Va comunque sottolineato che ho visto delle cose positive, in molte cose siamo stati bravi; nel primo tempo, soprattutto, siamo stati più pericolosi anche se poi ci è mancata un po’ di cattiveria. In ogni casa, sappiamo da dove ripartire, abbiamo rischiato poco ed abbiamo affrontato un avversario che ha qualità importanti non solo dal punto di vista tecnico ma anche da quello fisico". I biancazzurri sono ora chiamati a reagire nel prossimo impegno, in programma lunedì 19 dicembre nel posticipo del diciannovesimo turno di Serie B.