Ascoli, Felicioli: "Mercato? Un onore giocare qui"

Serie B
GettyImages-163142313

I bianconeri tornano in campo dopo il rinvio dell'ultima gara, il terzino di proprietà del Milan ha parlato in conferenza: "E' stata una settimana difficile, ma dobbiamo essere più forti di tutto!". Sulle voci di mercato, Atalanta e Samp su di lui: "Amo questa società, qui sono cresciuto e darò tutto"

Non solo Orsolini, esterno d'attacco appena preso dalla Juventus. L'Ascoli - quest'anno - sfoggia diversi talenti. Tra gli altri, anche Gian Filippo Felicioli, terzino classe '97 in prestito dal Milan. Diverse squadre su di lui, Atalanta e Sampdoria su tutte. I bianconeri, però, hanno rifiutato qualsiasi offerta. "Troppo bassa!". Questa la risposta. 11 presenze, 1 assist. Felicioli si sta mettendo in mostra e non si muove. Non solo calcio però, meglio metterlo da parte in alcuni momenti: "E' stata una settimana difficile per tutti - ha esordito il terzino di Fiuminata in conferenza - si è ripresentata una situazione che quest'anno si era già verificata due volte, ma dobbiamo essere più forti di tutto e abbiamo grande voglia di ricominciare a giocare.". Giorni difficili nelle Marche, la causa è nuovamente il terremoto (la sfida con la Pro Vercelli è stata rinviata causa eventi sismici e maltempo). Ora il Cesena per l'Ascoli e Felicioli. 

"Il nostro obiettivo è una salvezza tranquilla, ma..." - Continua il terzino: "Il Cesena ha una classifica che non rispecchia il valore della squadra, sono molto insidiosi soprattutto davanti, hanno un ottimo allenatore (Andrea Camplone ndr), ma anche noi siamo un'ottima rosa e ce la possiamo giocare con chiunque". Sul cammino dell'Ascoli: "Sappiamo che il nostro obiettivo è una salvezza tranquilla, ma se riprenderemo il nostro cammino da dove l'avevamo lasciato e terremo un buon ruolino di marcia, allora potremo aspirare anche a qualcosa di più"

"Mercato? Sono concentrato sull'Ascoli" - Un commento sull'interesse dei vari club: "Sono concentrato al 100% sull'Ascoli, sono di questa terra e per me giocare qui è un grande onore, sono in una piazza molto importante che ha fatto la storia del calcio, è la squadra più importante delle Marche, poi ho anche il sostegno dei tifosi e questo mi aiuta tanto. L'allenatore sa che può contare su di me, devo continuare a fornire buone prestazioni. Per me questo è un anno fondamentale, il primo nel calcio professionistico vero". Su Alfredo Aglietti: "Mi ha gestito in maniera eccellente - ribadisce Felicioli - all'inizio non conoscevo la categoria e non ero pronto, mi ha saputo gestire benissimo e quindi va dato ampio merito a lui delle mie buone prestazioni, io l'ho soltanto ascoltato assimilando molto bene i suoi consigli".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche