Trapani, Calori: "Vittoria ha dato scossa emotiva"

Serie B
alessandro_calori_trapani_trapanicalcioit

Sensazioni positive per l'allenatore della formazione siciliana una settimana dopo i tre punti conquistati contro il Novara. Nella trasferta a Vercelli i granata cercano continuità: "I risultati positivi sono la migliore medicina in questi casi" ha detto l’allenatore

A due giorni dal prossimo impegno campionato, il Trapani di Alessandro Calori continua a lavorare sul campo per preparare la sfida alla Pro Vercelli. Un appuntamento da non fallire, i granata cercheranno di vincere la seconda gara consecutiva per continuare a credere nella possibile salvezza. Nella conferenza stampa che precede la partita l'allenatore della formazione siciliana ha presentato così il match e ha fatto il punto sulle condizioni fisiche e mentali della sua rosa.

Campo e mercato -
"Chi viene a Trapani deve avere una grandissima motivazione - ha detto iniziando a parlare di calciomercato - stiamo vagliando alcuni nomi da inserire in difesa e in attacco. Numericamente servono, ma l'attuale gruppo sta crescendo tantissimo e sta diventando sempre più unito. La Pro Vercelli in casa è molto forte e conosciamo la loro forza ma stiamo lavorando con molta intensità e non molliamo nulla. Dopo la vittoria contro il Novara ho provato una scossa emotiva non indifferente. I tre punti sono la migliore medicina in questi casi ma ho subito pensato alla partita successiva, non c'è tempo per distrarci o per pensare ad altro. Vedere tanta gente allo stadio contro il Novara mi ha fatto piacere, il pubblico deve darci una mano".

Verso la Pro Vercelli -
"Non dobbiamo fare distinzioni tra partite in casa e in trasferta - ha aggiunto - stiamo lavorando per diventare squadra e ogni partita deve essere come se fosse l’ultima. La Pro sta costruendo la propria salvezza in casa e quanto contano per loro le mura amiche. Domani ci alleneremo e prenderemo visione del campo è un sintetico leggermente diverso dal nostro. Tanti volti sono cambiati ed è chiaro che gli umori della squadra oggi siano diversi. Abbiamo una strada da percorre e bisogna lavorare a testa bassa come gruppo. Non mi esalto per una vittoria ma vogliamo raggiungere la meta".

Obiettivo salvezza -
"Ho avuto la fortuna di giocare e quindi alle volte riesco a capire i giocatori, bisogna cercare di utilizzare le parole giuste. È una missione fantastica, insieme a loro la voglio vincere. La vittoria con il Novara deve essere l’inizio del nostro percorso. Mi auguro che l’ultima giornata di campionato ci sia tanta gente e che possiamo festeggiare tutti assieme un risultato importante come la salvezza".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche