Abodi: "Non escludo candidatura presidenza Figc"

Serie B
andrea_abodi_getty

Il presidente della Lega B pensa al grande salto alla guida della Federcalcio: "Sto pensando di candidarmi, è evidente, sarebbe ipocrita nasconderlo. Tavecchio? L'auspicio è che ci sia una candidatura unica"

"L'ipotesi di candidarmi a presidente della Figc? Non è da escludere. È un pensiero che sto facendo, è evidente, sarebbe ipocrita nasconderlo". Così il numero uno della Lega di Serie B, Andrea Abodi, al termine del consiglio federale della Figc che ha ufficializzato la data del 6 marzo per l'assemblea elettiva, alla quale lo stesso Abodi non esclude di proporsi come alternativa al presidente uscente Carlo Tavecchio.

Assemblea di B - "Non ci si candida da soli - precisa Abodi - mercoledì ho l'assemblea di Lega B (dove si ripresenterà per un altro mandato alla presidenza, ndr) e per rispetto alle 22 società è giusto procedere per gradi. Mi auguro di avere il consenso lì, poi si ragiona considerando che la candidatura (alla Figc, ndr) parte dalle componenti e non dalle persone".

L'ambizione - "Se mi piacerebbe? Sarebbe presuntuoso dire di sì o no –risponde Abodi- penso che la classe dirigente debba avere l'ambizione comunque e dovunque di fare bene il proprio dovere e lavorare in squadra. Poi qualunque sia il ruolo diventa marginale. Costruiamo la squadra intanto".

Il rivale - Sulla possibilità che ci possa essere un rivale di Tavecchio, Abodi conclude: "L'auspicio è che ci sia sempre convergenza. Da una elezione con candidature contrapposte si esce sempre con delle spaccature che non consentono di fare velocemente le riforme. L'auspicio è che ci sia una candidatura unica, poi quello che sarà sarà".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche