Pro Vercelli, Longo: "Non piangiamoci addosso"

Serie B
01_longo_lapresse

Dopo il rinvio della prima del 2017 contro l'Ascoli, per la Pro Vercelli è già il momento della sfida-salvezza contro il Trapani: "Non hanno nulla da perdere, dovremo avere maggiori motivazioni di loro", ha detto Moreno Longo in conferenza stampa. "Mustacchio? La cessione mi ha spiazzato"

La Pro Vercelli è pronta a scendere in campo per la prima volta nel 2017, dopo il rinvio della gara di Ascoli a causa del maltempo e del terremoto che ha colpito l’Abruzzo. La chiamata per la squadra di Longo è già di quelle importanti: col Trapani c’è in ballo la salvezza. Del momento della squadra e del mercato ha parlato proprio longo in conferenza stampa.

Inizia il 2017 - “Finalmente si ricomincia - ha detto l’allenatore dei piemontesi - la cosa più difficile in questi casi è tenere tutti sulla corda. La sosta di un mese è impegnativa. Però ripeto, la partita di Ascoli era giusto rinviarla per motivi molto importanti. Abbiamo voglia di riprendere il cammino che avevamo intrapreso nell’ultimo mese. Bene che arrivi questo inizio, dobbiamo farci trovare pronti. La partita presenterà delle insidie, dobbiamo stare attenti all’approccio: servirà la miglior Pro Vercelli possibile”.

Voglia di continuità - “Uno degli effetti della sosta lunga è quello di trovare equilibri nuovi alla ripresa. Ma noi vogliamo dare continuità all’ultimo mese del 2016. Le squadre si sono rinforzate, poi non sempre si cambia in maniera positiva. Il Trapani non ha niente da perdere, e con l’ultima vittoria hanno ritrovato entusiasmo. E poi hanno giocatori di grandissima qualità, che lo scorso anno hanno disputato i playoff. Ma del Trapani ci interessa poco, le nostre motivazioni dovranno essere maggiori.

Indisponibili e novità - La squadra sta bene, siamo tutti a disposizione. Vajushi è rientrato nell’amichevole con il Fossano per un tempo, si è mosso abbastanza bene. Il recupero procede bene, mi auguro di averlo presto a disposizione: ha qualità, abbiamo bisogno di lui. La partenza di Mustacchio ci ha spiazzato: non ci pensavo minimamente. Perdiamo un giocatore importante per la categoria, ma c’era una clausola e ne prendiamo atto. Dobbiamo trovare equilibri diversi, non ci piangiamo addosso. Troveremo nuove soluzioni. Aramu? Il ragazzo si muove bene, ho il dubbio se farlo partire dall’inizio o meno: vediamo”.

Mercato - “Sono molto contento degli arrivi di Comi e Aramu, sono due giocatori con grandi motivazioni; questo è il primo aspetto fondamentale. Da loro mi aspetto la percezione di venirsi a giocare qualcosa di importante per loro e per la squadra. Vives? Finché non lo vedo, non mi sbilancio; anche se le cose sono praticamente fatte. Ha grande esperienza e qualità: sarebbe molto importante in questo gruppo giovane. La partenza di Mustacchio è stata inaspettata, proveremo a sostituirlo; ma solo se si troverà una pedina che possa migliorare la squadra. Ne sono arrivati tre e ne sono andati via praticamente sei. Osei? C’è questa possibilità, verrebbe a fare il sostituto di Ardizzone: è un mediano di rottura che non disdegna l’impostazione. Completerebbe il reparto”, ha concluso Longo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche