Pisa, Gattuso: "Prestazione non mi ha soddisfatto"

Serie B

Il Pisa chiude la sua settimana di cambiamenti sul mercato, tra arrivi e partenze, con un pareggio sul campo contro in Novara. Una mischia finale e il gol di Masucci consegnano un punto ai nerazzurri: "Questa squadra è sempre stata viva però oggi il Novara ha giocato meglio di noi e avrebbe meritato qualcosa in più"

Un pareggio strappato all’ultimissimo secondo, il Pisa porta a casa un 1-1 contro il Novara e un punto che gli permette così alla squadra allenata da Gennaro Gattuso di portarsi a 25 punti in classifica. E’ Masucci a segnare su calcio piazzato sfruttando una mischia a cui ha preso parte anche il portiere dei toscani Ujkani. Alla fine il pareggio arriva (con il Pisa che ha anche giocato una trentina di minuti in superiorità numerica), il gol allo scadere risponde così a quello di Casarini al 63’.

"È cambiato un po' il vento ma non sono molto contento della prestazione perché mi aspettavo qualcosa di più; oggi sicuramente abbiamo giocato meno bene di altre volte però sul piano della convinzione, del carattere e del non mollare mai abbiamo ancora risposto presente, questa squadra è sempre stata viva però sicuramente oggi il Novara ha giocato meglio di noi e forse avrebbe meritato qualcosa in più. Oggi non mi è piaciuto molto perché siamo arrivati sempre secondi sul pallone, a livello di contrasti, a livello fisico gli avversari sono stati superiori ed è per questo che non sono soddisfatto; sicuramente abbiamo preso gol in un momento in cui stavamo spingendo molto però possiamo fare sicuramente meglio di quanto mostrato oggi. Ci teniamo il punto".

"Non mi è piaciuta la mentalità dei ragazzi e l'atteggiamento mostrati in campo. Masucci lo conoscete tutti, è un giocatore che ogni palla che vede crede sia giocabile, ci mette sempre l'anima ed è un calciatore che si sa muovere bene ed è anche per queste caratteristiche che lo abbiamo voluto e preso. Non abbiamo tempo per provare più di tanto i meccanismi, la nostra bravura deve essere quella di far capire la mentalità al gruppo; lo spirito non manca mai negli allenamenti e nelle partite però possiamo fare meglio perché oggi non abbiamo fatto una grandissima prova. La salvezza? La Serie B dice che non è mai semplice mantenere la categoria, sicuramente ogni partita sarà una battaglia. E’ difficile giocare in questo campionato, abbiamo tanti giocatori giovani che devono saperlo e bisogna sbagliare il meno possibile".

I più letti