Balzano-Cocco, Cesena ok: Carpi battuto 2-1

Serie B

La formazione allenata da Camplone, dopo la bella prova in Coppa Italia contro la Roma, conquista la prima vittoria del 2017 grazie ai gol di Balzano e Cocco nel primo tempo. Inutile la rete su rigore di Bianco al 56’, biancorossi fermi a 33 punti in classifica

Carpi-Cesena 1-2

24’ Balzano (CE), 40’ Cocco (CE), 65’ rig. Bianco (CA)

Il Cesena per allontanarsi dalle ultime posizioni della classifica, il Carpi per avvicinarsi alla zona playoff e cancellare la sconfitta contro il Benevento dello scorso turno. Le due formazioni si sono affrontate allo Stadio Cabassi nella ventiquattresima giornata di Serie B. La squadra di Camplone ha conquistato i tre punti ed è salita così a quota 27 in classifica. Gara che ha visto la formazione bianconera dominare il match nella prima frazione di gioco e conquistare meritatamente il doppio vantaggio grazie alle reti di Balzano al 24’ e di Cocco al 40’. Nella ripresa segna Bianco su rigore ma la formazione di casa non riesce a recuperare lo svantaggio. Carpi che rimane così a quota 33 punti in classifica e nel prossimo turno affronterà il Frosinone.

Primo tempo -
Ancora alla ricerca della prima vittoria nel 2017 il Carpi di Fabrizio Castori parte attaccando e cerca subito il tiro con Lasagna, ma la palla finisce alta; occasione poi anche per Garritano, con il Cesena che prova a farsi vedere soprattutto sulla sinistra; nonostante il campo molto pesante causa pioggia le occasioni da entrambe le parti non mancano. Poi l’intensità cala e al 24’ i bianconeri passano in vantaggio: Ciano cambia gioco per Renzetti che mette in area, la difesa del Carpi non è ben disposta: Belec smanaccia e la palla finisce nei piedi di Balzano che calcia senza pensarci e buca il portiere avversario. Cesena avanti, dopo il gol subito i biancorossi fanno fatica a riorganizzarsi e mostrano qualche problema nella gestione del pallone; la risposta dei ragazzi di Castori è blanda e così, poco dopo, Cocco raddoppia: parte Garritano in azione personale, il giocatore serve l’autore della rete del 2-0 che calcia al volo in maniera potente da posizione ravvicinata. La squadra bianconera domina la prima frazione di gara e merita il doppio vantaggio: statistiche migliori per la squadra di Camplone, che vince il confronto anche del possesso palla e dei tiri in porta.

Secondo tempo - Castori prova a cambiare qualcosa per riaprire i giochi inserendo Mbakogu e Seck per Fedato e Jelenic e nei primi minuti della ripresa i biancorossi sembrano più vivaci. Sono i biancorossi a controllare il gioco e al 54’ il neo entrato Mbakogu fa sponda dal limite per Lasagna che prova a calciare al volo ma la palla esce sopra la traversa. Il Carpi continua a far girare palla ma le occasioni pericolose sono ancora poche; il Cesena ci prova con Cocco ma il tiro su assist di Renzetti esce di poco. Al 63’ l’episodio che riapre il match, l’arbitro fischia un calcio di rigore per un fallo in area di Ligi. Sul dischetto va Bianco che spiazza Agliardi e segna l’1-2. Primi cambi anche per il Cesena, dentro Vitale e Crimi. Belec è bravo a rispondere presente su una punizione che Ciano calcia direttamente in porta, poi ci prova anche Kone con un tiro dal limite che finisce alto. Negli ultimi minuti di partita le due squadre provano a costruire altre azioni pericolose, i bianconeri riescono a contrastare le avanzate degli avversari alla ricerca del pareggio. L’ultimo tentativo pericoloso è di Letizia ma Agliardi blocca tutto in presa bassa. Il Cesena riesce a resistere e a portarsi così a casa la prima vittoria in trasferta della stagione.

Le parole degli allenatori - Al termine della sfida Camplone e Castori si sono presentati in sala stampa per analizzare il risultato finale. Così l'allenatore dei biancorossi: "Nel primo tempo abbiamo commesso un paio di errori in difesa che abbiamo pagato caro - ha detto - i nuovi acquisti hanno bisogno di tempo per inserirsi nei meccanismi, poi non abbiamo vinto i duelli individuali a centrocampo nel primo tempo, quindi nella ripresa ci siamo messi a specchio. Ci sono stati due grossi errori in difesa, poi non voglio colpevolizzare nessuno perchè si vince e si perde in 11. Ho schierato giocatori arrivati in settimana, e ci vuole un po' di tempo. Il cambio fatto nella ripresa è stato tattico perché facevamo palleggiare troppo il Cesena e volevo andarli a prendere più alti". Così, invece, l'allenatore della squadra vincitrice: "Non abbiamo mai fatto ragionare il Carpi e siamo stati molto bravi ad impedirgli di fare il loro gioco. Lasagna è stato contenuto benissimo, siamo ripartiti dalla prestazione di Roma e non era facile anche per il meteo. Ma abbiamo cercato di giocare sempre palla a terra, soffrendo poco solo nel finale. Il nostro unico difetto di oggi è stato non chiuderla prima. Il rigore? Si usano due pesi due misure, per me non c’era ma non possiamo farci niente. La squadra fisicamente sta bene, stiamo giocando su ritmi alti e stiamo bene", ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche