Bari, Galano: "Io più forte di prima, esordio top"

Serie B

Esordio e gol, subito protagonista. Così l'esterno biancorosso si è (ri)presentato in conferenza stampa: "Con Raicevic ho un legame speciale. A Vicenza, abbiamo stretto subito amicizia". Sul ritorno: "Voglio riprendermi tutto quello che ho lasciato negli ultimi anni, su di me c'erano vari club"

Subito protagonista, subito in gol. Tornato "a casa" dopo appena un anno e mezzo, Cristian Galano si è ripresentato subito a modo suo. Segnando il gol decisivo contro il suo Vicenza, ex squadra fino a qualche giorno prima. Cresciuto nel Bari, l'ex Gubbio è tornato al San Nicola. Ecco le sue parole nella conferenza stampa di presentazione: "E' stato un esordio da sogno, un'emozione indescrivibile!". Capitolo Raicevic, anche lui ex Vicenza nonché compagno di Galano: "Con Filip ho un legame speciale. A Vicenza, abbiamo stretto subito amicizia. Gli ho raccontato dei 60mila del San Nicola ed una volta ricevuta la chiamata del Bari, non ha pensato troppo. Obiettivi? Ora dipende da noi, occorre tranquillità e consapevolezza nei nostri mezzi. La stagione di tre anni fa è probabilmente irripetibile, ma ci proveremo".

"Voglio riprendere da dove ho lasciato" - Continua Galano, ricordano i suoi trascorsi in biancorosso: "Voglio riprendere quello che ho lasciato negli ultimi anni. Posso fare anche la seconda punta, oltre l'esterno. Ovunque giochi, mi impegnerò al massimo. Raicevic è una prima punta forte, fa salire la squadra: una pedina importante per il Bari. Ha bisogno di stare in area. So che la piazza barese mi vuole bene. Non voglio pensare al passato e i momenti finali della mia prima avventura in biancorosso. Cesena? Affronteremo una squadra in forma. Impiegheremo del tempo per trovare la giusta amalgama ma non ne abbiamo troppo a disposizione. Dobbiamo dare qualcosa in più per ambire a qualcosa d'importante"

"Su di me c'erano vari club" - Capitolo mercato poi, tante offerte per l'esterno: ""Ho ricevuto tanti messaggi di sostegno. Su di me c'erano Carpi, Foggia e Parma. Non volevo scendere di categoria, e una volta ricevuta l'offerta del Bari non ci ho pensato un attimo". Idee chiare: "Torna un Galano più forte di prima. Sono maturato tantissimo in quest'anno e mezzo. Voglio dare un apporto importante per portare questa squadra ai playoff. Mi manca ancora un po' di continuità". E ancora: "Ho sperato fino alla fine di tornare a Bari: ringrazio mister, ds e società che mi hanno voluto a tutti i costi. Dopo l'esordio, sono ancora più contento, ho regalato felicità a me stesso ed alla tifoseria. Ho ringraziato Bisoli: mi ha dato molto".

I più letti