Ascoli, Aglietti: "Abbiamo pensato fosse chiusa"

Serie B
aglietti_getty

Da 2-0 a 2-2, i bianconeri gettano al vento la vittoria. C'è rammarico: "Ci siamo fatti infilare troppo facilmente, il calcio è anche questo". E ancora: "Dobbiamo accettare pregi e difetti. Siamo rientrati troppo disinvolti". Il patron Bellini guarda al futuro: "Sicuramente riscatteremo Favilli"

Apre Favillii, chiude Manconi. E l'Ascoli getta al vento la vittoria: due reti di vantaggio, una doppietta che sa di vittoria. Tre punti fondamentali? Invece no, solo un pareggio per l'Ascoli di Aglietti, che commenta così il risultato in sala stampa: "Ho visto un grande Ascoli, poi abbiamo pensato che la partita fosse chiusa. E' anche vero che il calcio è così. Ci siamo fatti infilare troppo facilmente. Un gol che ci penalizza troppo. Dobbiamo accettare pregi e difetti. La sensazione è che siamo rientrati troppo disinvolti. Non siamo stati capaci di gestire una situazione.Abbiamo fatto errori di ingenuità e superficialità in una partita che poteva cambiare il campionato. Rispetto alla gara contro il Latina è stato diverso, perchè per larghi tratti abbiamo giocato bene. Felicioli ha preso una botta in testa e ho tolto Orsolini perché aveva dato tanto e l'ho sostituito perché volevo qualcuno più fresco. Non si può concedere troppo all'avversario, ne hanno approfittato. La partita di martedì resta molto importante".

Il patron Bellini: "Delusione, ma siamo una grande squadra" - Il patron dell'Ascoli, Francesco Bellini, ha commentato il pareggio: "Siamo delusi perchè eravamo in vantaggio 2-0 e ci siamo fatti recuperare. Questa partita mi ha ricordato molto quella contro il Latina". Su Felicioli: "Speriamo per lui che non sia nulla di grave, ha un futuro in Serie A. Oggi mi è piaciuto Giorgi e deve anche rientrare Bianchi, la squadra c'è, l'arbitro ha fischiato poco a nostro favore". Capitolo mercato: "Abbiamo costruito la squadra in estate, a gennaio non abbiamo voluto cambiare nulla.Guardiamo al futuro. Favilli ne è la dimostrazione, sicuro lo riscatteremo". Sullo stadio: "Sono iniziati i lavori, poi ci sono stati terremoto e neve che hanno un pò bloccato le cose. Speriamo di trasferire li la prima squadra entro la fine del mese. Sullo stadio, oggi ho parlato con il sindaco e dobbiamo risolvere il problema della tettoia sopra la tribuna coperta".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche