Pro Vercelli, Longo: "Ci va tutto male"

Serie B
01_longo_lapresse

Deluso l'allenatore dei piemontesi - ora in piena zona retrocessione - a fine gara: "Lo Spezia ha vinto fortunosamente, anche in 10 uomini abbiamo fatto la nostra figura". Ad aggiungersi ai tantissimi acciaccati anche La Mantia: "Potrebbe essere una perdita molto grave"

La Pro Vercelli si ferma ancora e adesso si ritrova in piena zona retrocessione diretta. Con una squadra decimata da infortuni e malattie, i piemontesi incassano due gol dallo Spezia in casa: “Questo è un momento dove gli episodi non girano a favore - ha detto Moreno Longo nel post gara - dobbiamo essere bravi a mantenere equilibrio e calma. Nessuno può dire che la squadra non crea, non gioca a calcio e non fa bene, a mio avviso. Come ho detto ai ragazzi serve calma, ci sono ancora tantissime partite e dobbiamo continuare a giocare così, perchè prima o poi riusciremo ad invertire la rotta”.

“Spezia ha vinto fortunosamente” - Longo ha analizzato lo 0-2: “Sono contento di come la squadra sta lavorando e di ciò che sta facendo, sono consapevole che dovremo anche fare di più ma siamo sulla strada giusta. Oggi lo Spezia ha vinto in maniera fortunosa, dobbiamo analizzarlo in maniera tecnica perchè stiamo raccogliendo meno di quello che meritiamo. Anche in 10 la squadra ha fatto quello che poteva fare, ha cercato di riproporre ciò che aveva riproposto prima. Un gol così rocambolesco e l’espulsione potevano essere un macigno, invece alla fine la squadra non si è disunita. Provedel ha sbagliato, doveva evitare di dire ciò che ha detto anche se non era grave. Ci sono giocatori che possono dire quello che vogliono, altri invece non possono parlare: basti pensare a ciò che ha detto il giocatore dello Spezia al gol annullato ad inizio partita. In questi casi bisogna rimanere freddi e lucidi, nell’ultima parte di gara avremmo potuto inserire anche Vajushi, ma quando ci sono dei cambi obbligati bisogna agire di conseguenza. Abbiamo cercato di rimanere propositivi anche in 10, tenendo due punte, per non abbassare il baricentro”.

Sui singoli - “Dell’arbitro non voglio parlare, sarebbe inopportuno, questo lo lascio alla società, mi concentro sulla prestazione della squadra. Ci sono dei ruoli che sono cardine in una squadra, oggi Morra ha sbagliato un’occasione molto grossa, ma dobbiamo cercare di guardare il lavoro. Dobbiamo prendere atto della situazione e lavorare con grande fiducia. Le ultime partite che abbiamo visto, a Vercelli tutti hanno pagato dazio del nostro gioco, tutta questa mole di lavoro. Nardini si sta rendendo utilissimo anche per il gruppo, non vediamo l’ora di rivederlo in campo. Non dobbiamo crearci preoccupazioni, ci abbiamo messo un po’ a diventare squadra, è normale per quanto abbiamo cambiato, abbiamo messo in rosa molti giovani ed era difficile trovare subito un’identità precisa. Oggi siamo molto più squadra e abbiamo una fisiologia ben precisa. Oggi alcuni giocatori erano parecchio acciaccati, domani mattina ci ritroveremo e faremo la conta in vista di Ascoli. L’infortunio di La Mantia potrà essere una perdita molto grave. Oggi ho visto Comi entrare con una voglia incredibile, sono sicuro che cercherà di non farlo rimpiangere, se poi ci sarà necessità di andare sul mercato degli svincolati lo valuteremo”, ha concluso Longo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche