Il Pisa ferma la capolista: col Frosinone è 0-0

Serie B

Quarto pareggio consecutivo per i toscani, si ferma a tre la striscia di vittorie dei gialloazzurri. Finisce 0-0 al termine di un match di grande equilibrio e con pochissime occasioni create da entrambe le formazioni. Si ferma così la corsa della capolista, i nerazzurri confermano pregi e difetti mostrati nelle ultime gare

Pisa-Frosinone 0-0

La ventiseiesima giornata di Serie B ferma la corsa del Frosinone di Pasquale Marino e consegna un altro pareggio al Pisa di Gennaro Gattuso. Esattamente come all’andata la sfida tra la capolista e i nerazzurri termina 0-0; di fronte ad una Arena Garibaldi tutta esaurita i toscani riescono a fermare sul pareggio la formazione gialloazzurra (che era reduce da tre vittorie consecutive). Il Pisa, decimato dalle assenze, conferma le statistiche delle ultime giornate che lo vedono solido e compatto in difesa e praticamente mai pericoloso in attacco. Primo tempo di equilibrio con gli ospiti un po' più pericolosi, ripresa con pochissime emozioni e praticamente senza pericoli per i due portieri. Arriva così l’ottavo pareggio senza reti in stagione per i ragazzi di Gattuso che compiono un'altro passo verso la salvezza salendo a 28 punti in classifica. Un punto anche per il gruppo di Marino che ora si trova (sempre primo) a 48 punti in attesa del match tra Hellas Verona e SPAL.

Primo tempo - "Mi sarebbe piaciuto affrontare la capolista con l’organico al completo, non arriviamo bene a questo appuntamento", aveva detto Gattuso alla vigilia del match. Sono ben otto gli assenti del Pisa tra squalificati e infortunati; "Sevono umiltà e cattiveria agonistica", aveva risposto Marino alla ricerca della quarta vittoria consecutiva. Così, per provare a bucare la difesa meno battuta del campionato, il Frosinone si schiera con un 3-5-2 che inizia bene la partita provando a inserirsi negli spazi con Soddimo. La squadra di casa cerca invece di impostare la manovra per poi provare a mandare il pallone in profondità. Dopo un paio di punizioni conquistate dai nerazzurri, al 13’ Manaj prova il tiro al volo dalla distanza ma Bardi è pronto e devia in angolo.

Rispondono i ragazzi di Marino con Ciofani: il sinistro su assist di Dionisi finisce di poco alla destra di Ujkani. La partita è divertente, il Pisa gioca a viso aperto ma rischia tantissimo poco prima della mezz’ora quando Mazzotta supera Golubovic e serve Dionisi che di piatto alza troppo il pallone che finisce poco alto sporta la traversa. I ritmi poi si abbassano, si resta su un giusto 0-0. Daniel Ciofani - che ha già segnato sette reti al Pisa con tre maglie diverse - ci prova ancora di destro servito da Dionisi; il portiere nerazzurro c’è. Nel finale di tempo i ragazzi di Gattuso provano a spingere ma non sono precisi negli ultimi 20 metri; si muovono bene senza palla gli attaccanti gialloazzurri che tengono alta l’attenzione della difesa avversaria. Nessuna occasione pericolosa negli ultimi minuti del primo tempo, nonostante le tante assenze il Pisa riesce a tenere testa alla capolista.

Secondo tempo -
Si riparte senza cambi, in avvio i ritmi rimangono bassi con il Pisa sulla difensiva e il Frosinone che prova invece a cambiare marcia. La formazione di Marino - che cerca la quarta vittoria consecutiva - cerca il vantaggio con Sammarco tre minuti dopo il rientro in campo: buona posizione ma tiro troppo largo e nulla di fatto. Con la difesa nerazzurra schierata gli ospiti provano ad avanzare con una fitta serie di passaggi ma dopo un’ora di gioco l’equilibrio non si sblocca; altra grande prova della difesa di Gattuso che riesce a rendere inoffensivo l'attacco dei gialloazzurri.

Allo stesso modo si conferma molto poco concreto il reparto avanzato dei nerazzurri - il peggiore della categoria - che raramente si rende pericoloso negli ultimi metri. Al 74’ Peralta riparte e serve Manaj, l’albanese prova il destro dalla distanza che però è alto sopra la traversa. Tutto resta dunque bloccato, Marino prova a cambiare qualcosa e inserisce Mokulu più fresco per Ciofani. Cambia qualcosa anche il Pisa e poco prima del recupero Del Fabro riesce a chiudere molto bene su Sammarco ultimo uomo lanciato in contropiede. Il Pisa risponde ancora con Peralta, che se ne va anche lui in contropiede e costringe al fallo da ammonizione Maiello. L’ultima occasione è del Frosinone da calcio d’angolo: la difesa della squadra di casa allontana ancora e chiude così la gara sullo 0-0. Si ferma la capolista, in attesa del match tra Hellas Verona e SPAL.

I più letti