Trapani, Calori: "Risultato che ci sta stretto"

Serie B

"Fa rabbia vincere una partita del genere solo 1-0 ma nella condizione in cui stiamo non possiamo permetterci di fare gli schizzinosi. La classifica non la guardo" ha detto l’allenatore dei granata - che hanno abbandonato l’ultima posizione in classifica

Il Trapani non si ferma e continua la sua rincorsa alla salvezza. Torna a vincere la squadra di Alessandro Calori che riesce così ad abbandonare l’ultimo posto in classifica. Ora i granata sono a quota 25 dopo la vittoria di carattere contro la Salernitana: decisivo il gol di Maracchi al 40’ minuto. Un’altra bella risposta della squadra dopo le richieste del suo allenatore, che nel post partita ha commentato così il risultato e la gara dei suoi calciatori.

"Abbiamo fatto una prestazione importante, i ragazzi hanno speso tanto e devo fare loro i complimenti. Siamo cresciuti tanto, abbiamo preso consapevolezza nei nostri mezzi. Jallow? L’ho tolto perché era stremato, tutti gli attaccanti hanno fatto un grande lavoro. Ad oggi non ho paura di far giocare uno invece che un altro, si allenano tutti alla grande e hanno motivazioni altissime. A prescindere dalle assenze, il rendimento della squadra è sempre elevato. I meriti di questa prestazione vanno ai ragazzi. Colombatto è partito un pochino in sordine ma poi ha fatto una grandissima partita. L’avversario? Ho visto tre partite della Salernitana, è una squadra importante e ha dei buoni giocatori. Ha cambiato sistema di gioco e pensavamo giocasse 4-3-3. Bisogna vedere se ha giocato male la Salernitana o se è stato merito del Trapani…".

"Non credo che la Salernitana sia stata arrendevole, abbiamo giocato bene noi, stiamo crescendo. Stiamo prendendo consapevolezza dei nostri mezzi, poi bisogna conoscere e studiare gli avversari. Oggi la formazione di Bollini ha giocato con due punte e due esterni, ma l’importante è avere noi un’identità precisa. Se vogliamo fare una cavalcata c’è bisogno di coraggio. Potevamo chiudere il match, invece abbiamo rischiato qualcosa. Lavoro molto sul gruppo, cerchiamo di coinvolgere tutti, però ho cercato di alzare la qualità. Meritiamo più elogi noi che critiche la Salernitana, fa rabbia vincere una partita del genere solo 1-0 ma nella condizione in cui stiamo non possiamo permetterci di fare gli schizzinosi. Ho deciso ad inizio settimana di giocare così, la squadra ha risposto bene in campo. Il prossimo step è Cittadella, bisogna pensare ogni partita per vincere. La classifica non la guardo, quello che conta è che la condizione del gruppo sia buona".

I più letti