Novara, Boscaglia: "Potevamo stravincere"

Serie B
boscaglia_novara_lapresse

Il Novara va a mille e supera in casa anche il Benevento, agganciando così la zona playoff. Felice l'allenatore dei piemontesi: "È stata una delle partite più difficili della stagione, complimenti alla squadra". Macheda nel post: "Spero di continuare a fare grandi cose"

"Quando giochi una partita del genere con un avversario di questo tipo meriti di stravincerla”. Roberto Boscaglia non può essere più felice di così: 1-0 al Benevento terzo e il suo Novara che vola verso la zona playoff di Serie B. “Loro non hanno mai tirato in porta tranne che con Melara alla fine - ha detto al termine della gara - mentre noi potevamo raddoppiare più volte. Negli ultimi minuti abbiamo gestito male la palla, mi hanno fatto arrabbiare ma faccio loro i complimenti perché questa è stata una delle gare più difficili della stagione”. L’assenza di Galabinov “ci ha tolto tanto ma abbiamo variato il modo di lavorare a cinque minuti dall'inizio con degli accorgimenti: i giocatori sono stati bravi a reagire anche psicologicamente all'assenza di Andrej. La classifica? Guardo ai punti che mancano alla salvezza, dopodiché se dovessimo ottenerla presto non ci fermeremo, è ovvio, daremo tutto”. Su Corazza: “È rientrato da un infortunio abbastanza serio e ora è anche un po' penalizzato dal modulo, ma a gara in corso potrebbe avere una chance già sabato".

Macheda - L’attaccante ex United tra i protagonisti della vittoria: “È stata una settimana perfetta e siamo molto contenti di questa striscia positiva”, ha detto nel post. Sul suo impatto con la B: “Sono molto contento, la squadra ha trovato una continuità importante e abbiamo avuto questi sei risultati utili di fila, siamo felici. Oggi è stato difficile, nel pre partita Galabinov si è fatto male e abbiamo cercato di colmare il vuoto. La prestazione è stata buona e abbiamo vinto una grande gara contro una bella squadra. Siamo consapevoli di avere una squadra competitiva, pensiamo una partita alla volta e vediamo. Abbiamo agganciato il treno playoff e non vogliamo staccarci, la nostra mentalità è vincente, spero che le prossime partite siano altrettanto positive. Il passato? Dal debutto con lo United ho avuto tanti infortuni, non mi ha permesso di trovare la continuità per esprimermi ai miei livelli, mi sento bene fisicamente e spero di fare grandi cose”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche