Spal, Mattioli: "In Serie A con Semplici"

Serie B
semplici_spal_lapresse

Il presidente della Spal Walter Mattioli ammette: "Siamo pronti al salto di categoria. In Serie A con la nostra filosofia, i conti in ordine e Leonardo Semplici in panchina"

Favola Spal - Primo posto solitario in classifica, almeno fino a questa sera quando in campo scenderà l’Hellas Verona (impegnato contro l’Ascoli al Bentegodi), per la Spal è un momento davvero magico. 55 punti, due in più del Frosinone, tre in più dell’Hellas e quel profumo di Serie A che si respira intorno all’ambiente biancazzurro. "Il Paolo Mazza è in fermento, abbiamo 8.500 posti a sedere, ora c’è un progetto per portarlo a 12.000, ma se dovesse arrivare un'altra categoria dovremmo rimetterlo in discussione... Il primo anno potremmo giocare con la deroga, il secondo portarlo a 16.000", sogna ad occhi aperti il presidente Mattioli e con lui tutto il popolo della Spal. "I biglietti si vendono in poche ore, Ferrara è tornata a gioire per la propria squadra dopo anni bui, c’è un entusiasmo particolare. A inizio stagione i giornali ci davano per spacciati, ma sapevo della bravura del gruppo e dello staff tecnico, ero convinto di far bella figura in B ma non mi aspettavo il primo posto a dodici giornate dalla fine. Siamo pronti al salto di categoria ma mantenendo la nostra filosofia, cioè puntando sui giovani e mantenendo a posto i conti, seguendo un progetto e dei budget aziendali, senza fare nulla di anormale. Vogliamo continuare ad essere una società coi conti in ordine e a sviluppare il nostro settore giovanile. Non faremo pazzie, lavoreremo con l'obiettivo di salvarci", le parole del presidente della Spal.

In A con Semplici - Tra gli artefici della favola Spal c’è l’allenatore Leonardo Semplici, già nel mirino di diversi club. "Se si sale in Serie A, sono convinto che il mister ed i suoi collaboratori rimarrebbero volentieri; dovessimo restare in B sarebbe più difficile, ha tanti estimatori", le parole del presidente Mattioli. Che poi ha aggiunto: "Stiamo per sottoscrivere il rinnovo del contratto ma considero la Spal una famiglia  e se a qualcuno si offre un'opportunità importante la discuteremo e darò la possibilità di fare un salto importante per la carriera. Sono arrivate offerte a giocatori, tecnici e dirigenti: la Spal è vista come una società che lavora bene e cercano di portar via le cose migliori. Noi cercheremo di trattenerli tutti. Abbiamo una bellissima organizzazione, ma salire e restare in A non sarà facile, lo ammetto. Cercheremo eventualmente di farla con una rosa mista di giovani e giocatori di esperienza, come Floccari e Schiattarella”, ha concluso il presidente della Spal Mattioli.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche