Spezia, Di Carlo: "Ora dobbiamo pedalare"

Serie B

L'allenatore bianconero pronto per la sfida con il Cittadella: "Ce la giocheremo con rabbia, coscienti che a Brescia avremmo meritato i tre punti". Verso i playoff: "Dovremo difendere la posizione e cercare di scalare il più possibile la classifica"

Pareggio amaro a Brescia, ora la possibilità di rifarsi contro il Cittadella, in trasferta. Lo Spezia riparte, con in testa l’obiettivo playoff: ”A Brescia avremmo meritato i tre punti - ha detto Mimmo Di Carlo in conferenza stampa - ma abbiamo pagato a caro prezzo un errore tecnico non dipeso da noi, così come era accaduto contro il Frosinone. Non ci resta che sperare in un futuro dove gli episodi girino a nostro favore; gli arbitri sono umani così come i calciatori, certi errori fanno parte del gioco e vanno accettati, anche se è normale che chi li subisce non sia contento: di certo con l'utilizzo della tecnologia ora avremmo due punti in più, ma non pensiamoci e guardiamo al prossimo impegno.

Indisponibili - “Ho a disposizione tanti giocatori importanti, andiamo al Tombolato cercando di mettere in campo quella rabbia che ci ha lasciato il pari di Brescia, anche perchè ci troveremo di fronte una buona squadra, abituata a lottare e che in casa ha ottenuto ottimi risultati; abbiamo preparato bene la gara, non dovremo farci sorprendere dal loro reparto avanzato, scendendo in campo consapevoli della nostra forza”, ha detto l’allenatore bianconero. “Della partita non saranno Nenè, Barbato e Crocchianti, oltre a Giannetti che rientrerà settimana prossima in seguito ad un affaticamento, mentre tra i convocati ci sarà Mastinu; durante la settimana abbiamo lavorato sulla rapidità, dalle prossime inizierà la diminuzione dei carichi, cercando di rendere la squadra sempre più brillante, ma già domani mi aspetto una risposta migliore sotto l'aspetto della velocità e dell’intensità”.

"Pedalare" - Di Carlo sprona i suoi: “Ora è il momento di alzarsi sui pedali e viaggiare forte, rimanendo compatti fino alla fine per fare bene nelle tante sfide playoff che ci attendono: dovremo difendere la posizione e cercare di scalare più posizioni possibili, ma quando l'ambiente è compatto nulla è impossibile. I nostri tifosi sono un valore aggiunto, li conosciamo bene, sappiamo cosa pensano e quanto hanno a cuore lo Spezia, ma devono sapere che anche noi vogliamo portare in alto questo club, quindi avanti uniti e senza paura”. Sul nuovo presidente: “Chisoli è venuto in settimana, la sua visita ci ha fatto molto piacere, ha detto belle parole insieme al nostro A.D. Micheli ed al Vicepresidente Corradino, trasmettendoci fiducia e motivazione, oltre che a farci sentire ancora una volta la vicinanza della proprietà”. Sulla SPAL: “Sono un gruppo che lavora insieme da diversi anni, si meritano la posizione che occupano, squadra compatta che sa cosa fa in campo; di certo sono stati molto più fortunati di noi negli episodi, ma anche loro dovranno spingere forte fino alla fine per approdare in Serie A, perchè il campionato di B è ancora tutto da scrivere".

I più letti