Vicenza, Benussi: "Mi opero ancora al ginocchio"

Serie B
benussi_vicenza_vicenzacalcio

Il portiere ha detto che si dovrà operare ancora: "Ho stretto i denti nel periodo in cui non c’erano i portieri, poi ho suggerito Amelia alla società. Starò vicino ai miei compagni e tornerò più forte". Bisoli intanto continua a preparare il match col Brescia

Continuano gli allenamenti del Vicenza in vista del prossimo impegno di campionato contro il Brescia. Questo pomeriggio i calciatori biancorossi si sono allenati sul campo del centro sportivo Piermario Morosini di Isola Vicentina. Agli ordini dell’allenatore Pierpaolo Bisoli e del suo staff tecnico, la squadra ha svolto un iniziale riscaldamento e alcune esercitazioni tattiche per reparti, oltre a un lavoro sulle palle inattive. Come riporta il sito ufficiale dei veneti, seduta differenziata sul campo (corsa e palestra) per Salvatore D’Elia e Giuseppe Rizzo; programma di recupero personalizzato per Fabinho e Nicholas Siega. Domani sempre a Isola Vicentina si svolgerà la consueta rifinitura della vigilia a partire dalle ore 11 - a porte chiuse.

Quest’oggi poi, in conferenza stampa ha parlato il portiere biancorosso Francesco Benussi: "Da un paio di mesi convivo con un problema importante al ginocchio che mi fa soffrire parecchio - ha ammesso - abbiamo ottenuto buoni risultati nel girone d’andata e con la società avevamo preventivato di fare l’intervento a dicembre per migliorare la situazione. Poi, a causa del rientro un po’ affrettato e per i problemi che sono capitati a Vigorito, la mia condizione fisica è venuta a calare. Ho stretto i denti nel periodo in cui non c’erano i portieri ma quando mancavano pochi giorni alla fine del mercato degli svincolati ho suggerito io alla società di tornare sul mercato. E sapendo che c’era Amelia disponibile, ho fatto il suo nome. Io stavo calando dal punto di vista fisico, non riuscivo neanche ad allenarmi perché mi faceva male".

"Purtroppo la prossima settimana dovrò sostenere un altro intervento. Non posso finire la stagione, non posso soffrire con i compagni e dare il mio contributo come successo lo scorso anno. E’ un momento difficile da una parte, ma dall’altra ho grandi motivazioni per superare questo ostacolo. Farò di tutto per tornare più forte di prima. Senza fare troppi calcoli vista l’età, ma ho grandi motivazioni. Voglio tornare quello che ero fino a poco tempo fa, il mio rammarico è quello di non poter lottare con i miei compagni per raggiungere la salvezza. Sarò sempre presente con loro, sarò sempre al loro fianco e farò il tifo quando sarò allo stadio. Sono pronto a dare il mio contributo in settimana, durante gli allenamenti visto che qui sono stato il capitano. Sono molto fiducioso e sono pronto a tornare a quello che ero".

"Voglio poi ringraziare anche la società che mi permette di operarmi fin da subito, penso di essere pronto già da giugno: se starò bene e il mio fisico me lo permetterà ci siamo dati appuntamento per continuare insieme. La sfida con il Brescia? E’ una partita più che importante. Ad aprile giocheremo tante partite e molti scontri diretti in casa; il Menti dovrà diventare un campo difficile per gli altri, dobbiamo tornare ad acquisire punti salvezza. Il mio recupero? Si gestirà come tutti gli altri. Mi metterò sotto, giorno per giorno, non farò vacanze perché ho ancora un sogno nel cassetto che è quello che avevo da giovane: tornare a giocare. E’ un discorso di passione, voglio ornare a vivere le emozioni dello spogliatoio e del campo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche