Pietricola: "Latina? Senza stipendio da ottobre"

Serie B
17_corvia_lapresse

Intervenuto in conferenza, l'avvocato Luca Pietricola - curatore fallimentare dei nerazzurri - ha parlato così del futuro della società: "Quando siamo arrivati qui, in cassa c'erano 56 euro, abbiamo verificato che gli impianti sportivi erano scoperti dall'assicurazione per responsabilità civile"

C'è un Latina che cerca di salvarsi in Serie B. Che lotta, si impegna, prova a prendere punti. E infine ce n'è un altro nei tribunali, alle prese coi curatori fallimentari. Intervenuto in conferenza stampa, l'avvocato Luca Pietricola - appunto, curatore fallimentare del Latina - ha parlato così della situazione della societa: "Quando siamo arrivati in cassa c'erano 56 euro!".

"L'ultimo stipendio risale a ottobre" - Queste le sue parole: "Staff, giocatori e dirigenti non prendono gli stipendi da ottobre - ha detto Pietricola - quando siamo arrivati qui, in cassa c'erano 56 euro. In seguito ad un'intuizione notturna del del Dottor Loreti, abbiamo scoperto che entrambi gli impianti erano scoperti dall'assicurazione per responsabilità civile, il Francioni non aveva la copertura assicurativa da febbraio, anche la Ex Fulgorcavi, dove si svolgono regolarmente gli allenamenti e svolgono le partite i ragazzi del settore giovanile. Non c'erano neanche le polizze assicurative e non sapevamo nemmeno a chi telefonare per capire quali potessero essere i costi di gestione. Fortunatamente, nella corrispondenza, abbiamo trovato la lettera di un avvocato che scriveva alla società per chiedere il pagamento dei premi scaduti. Lo conosco e lo abbiamo contattato,  ci ha messo in copertura il campo, consentendoci di giocare sabato 11 (contro il Carpi, ndr) l'incontro della prima squadra".

"Stiamo ottenendo la copertura per il mese di aprile" - Continua: "Questo per dare l'idea della situazione trovata nei primi due giorni. Siamo arrivati qui e in 24 ore ci siamo impegnati per diverse migliaia di euro. Poi siamo arrivati fino ad oggi. Dobbiamo ringraziare sicuramente la Lega B che ci ha contattato immediatamente e ci ha fornito il supporto legale dell'avvocato Matilde Rota, che ringraziamo pubblicamente, che ci ha aiutato a comprendere le normative e i tecnicismi propri dell'ordinamento sportivo, grazie ai quali siamo riusciti ad ottenere la copertura dei costi di gestione, innanzitutto per il mese di marzo. Stiamo ottenendo, e siamo fiduciosi, la copertura anche per il mese di aprile, necessaria per poter svolgere le vendite nel rispetto dei limiti imposti all'esercizio provvisorio dalla legge fallimentare".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche