Aglietti: "Non sarà lo stesso Ascoli dell'Arechi"

Serie B
aglietti_ascoli_lapresse

Sfida importante per i bianconeri, questo il commento dell'allenatore: "Loro sono quasi la stessa squadra che due anni fa è andata in A, ripartire dopo la retrocessione non è mai facile, ma è sempre un avversario molto temibile"

"Carpi, attento! Non sarà lo stesso Ascoli dell'Arechi". Aglietti mette in guardia gli avversari e si cautela, contro la squadra di Castori ci sarà un altro spirito. Perché l'obiettivo è semplice: riscattare la sconfitta per 2-0 all'Arechi contro la Salernitana. Le sue parole in sala stampa. 

"Dimentichiamo Salerno" - Così Aglietti: "Bisogna tenere quella gara ben a mente per evitare di commettere gli stessi errori; all'Arechi è scesa in campo la stessa formazione che aveva giocato a Verona o Cittadella, ma a volte si fa fatica ad anticipare certe prestazioni. In 42 partite ci sta di incappare in una giornata brutta, ma da qui alla fine bisogna sbagliare il meno possibile. All'Arechi è stata una prestazione negativa da parte di tutti, ne abbiamo parlato, l'abbiamo analizzata, ma alla fine è sempre il campo a dover dare le risposte e domani dovremo fornire una prestazione importante per cuore, atteggiamento e cattiveria agonistica. Bisogna tenere quella gara ben a mente per evitare di commettere gli stessi errori; all'Arechi è scesa in campo la stessa formazione che aveva giocato a Verona o Cittadella, ma a volte si fa fatica ad anticipare certe prestazioni. In 42 partite ci sta di incappare in una giornata brutta, ma da qui alla fine bisogna sbagliare il meno possibile. All'Arechi è stata una prestazione negativa da parte di tutti - ribadisce Aglietti - ne abbiamo parlato coi ragazzi, l'abbiamo analizzata, ma è sempre il campo a dover dare le risposte e domani dovremo fornire una prestazione importante per cuore, atteggiamento e cattiveria agonistica".

"Carpi avversario ostico" - Continua Aglietti: "Il Carpi non troverà lo stesso Ascoli dell'Arechi. Loro sono più o meno la stessa squadra che due anni fa è andata in Serie A e ripartire dopo la retrocessione non è mai facile, ma è pur sempre un avversario molto temibile, è solido,sornione, si difende molto bene, è squadra fisica, con le linee strette e corte che consentono, una volta recuperata palla, di innescare con ripartenze veloci gli attaccanti. Noi siamo un po' in emergenza dietro, Mengoni è fra i convocati e domani parlerò con lui anche in funzione delle tre gare in una settimana; voglio mandare in campo maggiori garanzie".

Assenze e formazione -  "Alle assenze di Augustyn per infortunio e di Mignanelli per squalifica si è aggiunta l'indisponibilità di Felicioli. Dietro ho ancora qualche dubbio e comunque tutti hanno dato massima disponibilità a ricoprire ruoli diversi. La convocazione di Favilli in Under 21? Favilli è cresciuto tanto nel corso di quest'anno e quindi la convocazione è una grande soddisfazione per lui, per noi e per la Società che lo ha preso. E' carico, tonico e ha fatto delle dichiarazioni importanti di attaccamento alla maglia e alla Società. Domani mi aspetto una risposta da tutto il gruppo". Su Addae: "Domani è la partita di tutti; finora abbiamo già avuto alti e bassi e da questi momenti no siamo stati in grado di riprenderci".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche