Pro Vercelli, Longo: "Dovremo essere feroci"

Serie B
longo_pro_vercelli

L'allenatore dei piemontesi verso la sfida con il Bari: "Loro hanno un organico da Serie A, ma non cambieremo il nostro atteggiamento". Sul momento della Pro: "Stiamo bene e abbiamo trovato continuità"

Ciclo di partite ravvicinate importante per consolidare la zona salvezza. La Pro Vercelli, reduce da cinque risultati consecutivi, è pronta a sfidare il Bari di Colantuono: “Non penso debba cambiare nulla nella nostra testa per quanto riguarda l’atteggiamento”, ha detto Moreno Longo in conferenza stampa. “Pensiamo partita per partita, concentrandosi solo sul Bari. Per il turno infrasettimanale ci sarà tempo. Il Bari, insieme al Frosinone, ha l’organico più forte del campionato, con gli innesti di gennaio ha superato anche SPAL ed Hellas Verona. Sono costruiti per raggiungere la Serie A, hanno alternative valide in tutte le zone del campo”. Ciononostante, la squadra pugliese non vive un gran momento: “Ci sono sempre dei periodi per ogni squadra: positivi e negativi. Hanno segnato meno di quanto potesse offrire il loro reparto offensivo, ma possono fare male in ogni momento. Speriamo si sblocchino dalla prossima”, ha continuato sorridendo Longo.

Momento - "Stiamo bene, abbiamo trovato una certa continuità, soprattutto sul piano delle prestazioni. Arrivano anche i risultati: domani dovremo dare ancora qualcosa in più, il Bari sarà ferito dopo l’ultima trasferta di Trapani. Avranno un atteggiamento feroce, ma anche noi: loro giocano per la Serie A, noi per rimanere in vita”, ha ammesso Longo. Che ha fatto il punto degli indisponibili: “Mancheranno i soliti lungodegenti, gli altri stanno tutti bene. Altobelli era rientrato settimana scorsa, migliora giorno dopo giorno: credo possa essere importante nel finale di stagione. Contiamo su di lui e su tutti quanti. In questo mese la differenza la farà chi ha giocato di meno: dovranno tutti farsi trovare pronti. Morra? Domani dovrebbe venire in panchina: abbiamo bisogno di un giocatore con le sue caratteristiche”. Aprile mese decisivo: “Sono sette partite delle ultime 10: non si può negare che lo sia. L’obiettivo è che non si decida tutto all’ultima giornata, vogliamo fare bene in questo mese per arrivare un po’ più tranquilli alle ultime tre gare. In questo sport non bisogna mai stare tranquilli: ci affidiamo alle risposte che ogni settimana ci dà la squadra, e i ragazzi sembrano stare bene fisicamente”. Sul Bari: “Ci aspettiamo di tutto: hanno cambiato diverse volte modulo, non mi stupirei se Colantuono cambiasse domani. Abbiamo provato diverse soluzioni anche noi, vedremo domani".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche