Novara, Boscaglia: "Tenuto testa alla SPAL"

Serie B
Boscaglia_novara_getty

L'allenatore dei piemontesi soddisfatto dei suoi nonostante la sconfitta: "Abbiamo tenuto testa alla SPAL, purtroppo gli episodi non ci hanno premiato". Qualche rimprovero all'arbitro: "Il rigore l'ha visto solo lui, non si dovrebbero fare errori del genere a questo punto del campionato"

Il Novara cade a Ferrara e incappa nella seconda sconfitta consecutiva. Dopo un ottimo periodo di forma, i piemontesi si devono accontentare di due ko. Quello contro la SPAL particolarmente contestato da Roberto Boscaglia: “Il rigore l'ha visto solo l'arbitro e lo accettiamo, ma non si dovrebbe dare mai in partite del genere, a questo punto del campionato”, ha detto l’allenatore nel post partita. “Abbiamo tenuto testa alla SPAL, sfiorando il gol in più occasioni. Accettiamo il verdetto senza polemiche, ma per dare un rigore ci vuole un contatto serio e questo non lo era. In alcune situazioni abbiamo sbagliato in uscita, qualche giocata non è stata precisa; non siamo stati perfetti ma bravi, non era facile giocare con personalità e attenzione su questo campo”.

Obiettivi - Ora il Novara è a -4 dalla zona playoff, mentre l'obiettivo salvezza sembra quasi raggiunto: “Abbiamo provato a vincere con lo spirito giusto, purtroppo gli episodi hanno premiato la SPAL, che ci ha creduto. Il risultato è ingiusto. L'obiettivo era la salvezza, siamo tranquilli e abbiamo subito un paio di battute d'arresto dopo dieci risultati utili consecutivi. Non cambia nulla, mancano otto partite e c''è possibilità di raggiungere l’obiettivo e toglierci altre soddisfazioni. Dopo le prossime tre gare, contro Verona, Frosinone e Perugia, vedremo dove saremo per lo sprint finale”.

Calderoni polemico - Il difensore del Novara, molto nervoso nel dopo-gara, ha parlato così delle decisioni arbitrali: “Abbiamo rivisto le immagini (del rigore concesso, ndr) e siamo molto arrabbiati. L’arbitro non ci ha fischiato quasi nulla a favore, nel dubbio concedeva sempre vantaggio alla SPAL. Sull’occasione di Mantovani, che l’ha presa di mano perchè era sbilanciato e stava cadendo, loro si sono lamentati e hanno fatto pressione psicologica. A quel punto ovviamente l’arbitro è stato più predisposto a fischiarci contro il rigore. Non si possono fare queste cose, si rovinano le partite agendo in questo modo”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche