Bari, Colantuono: "Con lo Spezia non è decisiva"

Serie B
colantuono_bari_getty

L'allenatore del Bari ha parlato alla vigilia della trasferta con lo Spezia: "E' importante ma non decisiva. La classifica è corta, resto fiducioso. Ci servono calma e nervi saldi. Infortunati? Da questo punto di vista è stata un’annata davvero tribolata"

La vittoria contro il Latina ha permesso al Bari di riprendere la corsa verso il quarto posto, ora distante quattro punti. Biancorossi ora attesi da due trasferte importanti, contro delle antagoniste per i play-off come Spezia e Carpi. Si parte domani, con la sfida contro la squadra di Mimmo Di Carlo.

"Classifica corta, resto fiducioso"

Stefano Colantuono ha presentato così lo scontro diretto con lo Spezia: "Dobbiamo fare bene, affrontiamo una delle migliori squadre del campionato – ha dichiarato in conferenza stampa l’allenatore biancorosso – Lo Spezia ha qualità e fisicità, si è rinforzato a gennaio aggiungendo calciatori importanti come Fabbrini e Giannetti. A livello psicologico siamo un po’ condizionati in trasferta, ci siamo complicati la vita per errori banali. Penso a quelli commessi in occasione del gol della Pro Vercelli che ci sono costati la partita. In questa fase, come commettiamo un piccolo errore veniamo puniti. E’ una cosa che mi fa arrabbiare, sono sincero, ma resto fiducioso. La classifica è corta, cambia in continuazione. Per questo vi dico che le prossime due trasferte sono importanti ma non decisive. Abbiamo la possibilità di giocarcele, servono calma e nervi saldi". Ritornando alla vittoria nel turno infrasettimanale con il Latina, Colantuono aggiunge: "Non abbiamo fatto una buona gara e, nonostante i problemi che avevamo anche sotto il profilo ambientale, siamo riusciti comunque a vincere. Nel primo tempo abbiamo fatto male, nella ripresa è andata meglio. Col Novara avevamo giocato meglio ma non siamo riusciti a portare a casa i tre punti. I fischi dei tifosi? Li capisco e sono solidale con loro. Non mi permetterei mai di mettere in discussione le loro scelte, accetto la contestazione. Ma a mio parere serve maggiore positività verso questa squadra che sta affrontando tante difficoltà”. Nella sua gestione, Colantuono ha raccolto 34 punti in 21 gare: “Non pochi considerando le tante partite che abbiamo disputato con la rosa ridotta all’osso. Ci siamo dovuti adattare ma alla fine siamo riusciti a recuperare e a rientrare in zona play-off. Le difficoltà di questo club sono note a tutti, siamo ripartiti in ritardo ed abbiamo cambiato tanto a gennaio. Tolti Floro Flores, Salzano, Macek e Galano, gli altri calciatori li ho utilizzati poco".

"Indisponibili? E’ un’annata tribolata"

Occhio anche all’infermeria, con il Bari che dovrà rinunciare a tanti calciatori importanti. Lo stesso Colantuono ha sottolineato le tante indisponibilità. "Ho perso un calciatore importante come Franco Brienza che ci ha risolto parecchie gare – spiega l’allenatore – e, oltre a lui, domani mancheranno anche Greco, Cassani, Floro Flores e Morleo. Senza dimenticare gente come Martinho e Ivan che non ho mai potuto testare con continuità. Da questo punto di vista è stata un’annata davvero tribolata".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche