Trapani, Calori: "Fuori dal tunnel, che sollievo"

Serie B

"Non dobbiamo fermarci perché basta poco per ritornare giù - ha detto il tecnico - continuiamo sulla nostra strada con la voglia di raggiungere l’obiettivo. Ritrovo il mio passata, il Perugia è una squadra pericolosa e l’unica cosa che conta è vincere"

Il Trapani di Alessandro Calori vuole chiudere questa intensa settimana che si concluderà con la sfida contro il Perugia di Bucchi. Dopo la vittoria contro il Vicenza i granata sono riusciti ad allontanarsi dalle ultimissime posizioni della classifica e la volontà di tutto il gruppo è di continuare a stupire e a fare punti pesantissimi per la salvezza. Così, nella conferenza della vigilia, l’allenatore ha presentato il match in programma al Provinciale alle 15 di domani.

Ritorno al passato

"Essere usciti dal tunnel è un piccolo sollievo - ha detto - ma non dobbiamo fermarci perché basta poco per ritornare giù. Continuiamo sulla nostra strada con la voglia di raggiungere questo obiettivo fondamentale per noi. Ritrovo il mio passato e ho ricordi belli di Perugia ma l’unica cosa a cui penso è fare bene domani con il mio Trapani. Quella di Bucchi è una squadra pericolosa e l’unica cosa che conta è vincere. Avete visto quello che è successo contro la Juventus anni fa, quindi niente è impossibile".

Tre gli indisponibili

"Domai punteremo sull’organizzazione, come abbiamo sempre fatto. Bisogna avere sempre la consapevolezza di fare bene; quando sai che devi per forza vincere, sbagli il meno possibile. Dobbiamo ancora lavorare sul cinismo e bisogna migliorare sulle piccole cose, come una deviazione e su alcuni tiri sbagliati che possono essere determinanti ai fini del risultato. Formazione? Mancheranno Jallow, Citro e Casasola, gli altri hanno recuperati tutti - anche Manconi e Pagliarulo. Non possiamo permetterci passi falsi, dobbiamo continuare sulla nostra strada perché l’obiettivo non è ancora raggiunto".

"Abbiamo già dimenicato l'ultima vittoria"

"Affrontiamo una squadra che fa molto possesso palla e che ha molti punti di riferimento come Nicastro, Mustacchio, Acampora, Gnahore, Brighi… Sappiamo che è una squadra che sa giocare e sa soffrire. I miei ragazzi hanno già dimenticato la vittoria di martedì, non bisogna avere mai il braccino corto, sennò rischi di sbagliare. Jallow starà fuori per 10 giorni, purtroppo ha avuto un brutto infortunio, spero di recuperarlo nella sfida contro il Pisa. Per il ruolo di Casasola ho Fazio che sta facendo bene. Per me sono tutti titolari e ho grandi scelte ogni volta".

I più letti