Novara, Boscaglia: "Vogliamo finire alla grande"

Serie B
boscaglia_novara_lapresse

Piemontesi vittoriosi a Frosinone per 3-2 e ora a -1 dalla zona playoff. Boscaglia: "Pensiamo già al Perugia, vogliamo raggiungerli. Il campionato è ancora lungo, ci sarà bisogno di tutti". Macheda: "Partita perfetta, io e Galabinov possiamo essere devastanti"

Il Novara può ben sperare, perchè i playoff ora sono lontani appena un punto. Ottima la vittoria per 3-2 maturata sul campo del Frosinone (ora terzo), che proiettato verso l’alto la squadra piemontese. “Mi dispiace aver vinto solo con un gol di scarto, e mi dispiace aver preso il 3-2, ma sono contento del coraggio con cui abbiamo portato a casa la vittoria”, ha detto Roberto Boscaglia a fine partita. “Abbiamo affrontato a viso aperto una delle squadre più forti del campionato. Loro non hanno mai impensierito la nostra difesa ma non mi è piaciuto soffrire così tanto nei minuti finali. Il campionato è lungo, c’è bisogno di tutti e non è una sorpresa che Selasi, Scognamiglio e Cinelli abbiano risposto presente: conosco il valore della rosa che ho a disposizione”. E ancora: “Stiamo lavorando bene in fase offensiva per favorire il dialogo tra gli interpreti, incontravamo una squadra di grande struttura e avevamo bisogno di forza, Galabinov e Macheda hanno risposto presente”. Ora il Perugia, gara fondamentale per agganciare i playoff: “Sono a 3 punti da noi, vogliamo arrivarci bene, raggiungerli e finire alla grande questo campionato. Infortunati? Dobbiamo verificare le condizioni di Bolzoni e Calderoni, ma non credo avremo complicazioni particolari”.

Macheda: "Partita perfetta"

Prima doppietta tra i professionisti per Kiko Macheda: “Abbiamo fatto una partita perfetta contro una squadra che probabilmente l’anno prossimo giocherà in A. La gara col Verona ci aveva lasciato un po’ di amaro in bocca ma siamo ripartiti alla grande, siamo stati bravi. Io e Galabinov se giochiamo vicino possiamo essere devastanti, oggi abbiamo messo in difficoltà una grande difesa e tutti i gol sono arrivati dai nostri piedi. Gol vicino casa? C’era tutta la mia famiglia, mia madre non veniva allo stadio a vedermi da 5 anni, per fortuna non c’era la telenovela ‘Il Segreto’ in tv ed è riuscita a venire qui a Frosinone”, ha scherzato. “Sono contento per la doppietta ma soprattutto per la vittoria della squadra, ad Avellino dissi che il nostro obiettivo erano i playoff, ora ci siamo avvicinati e lotteremo fino alla fine. Siamo sempre stati vivi, ci ha detto male nelle ultime partite perse ma abbiamo un gruppo unito e determinato a lottare su tutti i palloni”. In chiusura un commento sui tifosi: “Sono una parte importante di quello che siamo, si vince insieme e si perde insieme e spero che venerdì al ‘Piola’ vengano in tanti”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche