Cesena, Camplone: "Ancora una vittoria per la salvezza"

Serie B

L'allenatore bianconero felice dopo il 4-1 al Benevento: "Avevo chiesto ai miei ragazzi maggior cattiveria sotto porta, mi pare proprio che questa sera abbiano risposto alla grande". Sulla salvezza: "Dipende anche dalle altre, ma pensavo ci si potesse salvare con 10 vittorie, noi siamo a 9: ne manca una all'appello"

Una vittoria di spessore e rabbia quella del Cesena nell’infrasettimanale di B contro il Benevento. 4-1 rifilato ai giallorossi e passo decisivo verso la salvezza. Soddisfatto Andrea Camplone a fine gara, dopo aver raggiunto la prima delle due vittorie utili ad allontanare la zona calda: “E’ stata una partita dai due volti, il primo tempo ci è servito per studiare l’avversario mentre nella ripresa abbiamo aggiunto aggressività sul portatore di palla e questa volta siamo stati davvero bravi a sfruttare le occasioni create. Sono soddisfatto perché oggi la squadra ha saputo soffrire quando il Benevento girava bene palla e soprattutto ha reagito quand’era il momento di alzare i ritmi. Alla vigilia avevo chiesto ai miei ragazzi maggior cattiveria sotto porta, mi pare proprio che questa sera abbiano risposto alla grande”, ha detto in conferenza stampa.

Squadra ritrovata: “I risultati ci hanno aiutato”

Bianconeri con un altro passo dopo le difficoltà della parte centrale della stagione: “Questa striscia di risultati utili consecutivi ci ha aiutato. Nel secondo tempo dopo il goal del vantaggio siamo riusciti a tenere la partita in mano; abbiamo acquisito maggior consapevolezza nei nostri mezzi che ci ha spinto a tentare delle giocate che magari in passato non avremmo provato. Oggi in palio c’erano tre punti davvero importanti per noi, sopratutto alla luce dei risultati delle altre squadre; era una partita da non sbagliare”. Garritano, nonostante i pochi gol, valore aggiunto della squadra: “Sta facendo molto bene in ruolo che a mio avviso gli si addice a pennello, è il classico giocatore che ti può spaccare la partita con le sue accelerazioni improvvise, deve però migliorare sotto porta perché in ogni gara gli capita almeno un’occasione per segnare”. Sulla quota salvezza: “Dipende anche da cosa fanno le altre squadre ma in linea di massima avevo ipotizzato che ci si potesse salvare con 10 vittorie, noi ad oggi ne abbiamo fatte 9 di conseguenza all’appello ne manca ancora un’altra”.

I più letti