Novara, Boscaglia: "È la vittoria del gruppo"

Serie B

I piemontesi, vittoriosi per 1-0 al Manuzzi, possono dirsi salvi: "È stata la vittoria dell'unione, siamo molto contenti. Abbiamo dimostrato di saperci tirare su dopo un inizio di stagione negativo". Mantovani: "Tre punti fondamentali, avanti col sorriso"

In 10 contro 11, con il cuore: il Novara batte il Cesena 1-0 e può dirsi praticamente salvo. Ma c’è di più: ora la squadra piemontese è anche molto vicina alla zona playoff - non è detto, però, che si giochino - e può dunque anche ambire a qualcosa di più: “È stata la vittoria della squadra, la vittoria dell’unione, dopo tre sconfitte. Abbiamo giocato su un campo difficilissimo, siamo molto contenti, abbiamo giocato con un ’96 e due ’98 in campo. Anche chi non è sceso in campo ha seguito la squadra, dal capitano a Scognamiglio. Tutti insieme”, ha detto gioioso Roberto Boscaglia nel dopo gara”. Su Macheda, ancora in gol: “Nello scorso anno il Novara ha fatto un grande campionato con tanti giocatori che oggi giocano in Serie A. Noi siamo cresciuti molto a metà stagione e ci siamo un pò spenti nel finale ma siamo sempre pronti a tirarci su e oggi lo abbiamo dimostrato. Con l’uscita di Cocco hanno giocato molto in velocità e tra le linee. Montipò ha fatto molto bene ma è merito di tutta la squadra”.

Mantovani: “Tre punti fondamentali”

Così dopo l’1-0 del Manuzzi il centrocampista del Novara: “Grande determinazione e spirito di sacrificio oggi, quello che è mancato nelle ultima gare come a Perugia. In questa settimana ci siamo stretti e abbiamo ottenuto tre punti fondamentali. Non voglio parlare dell’arbitro, potremmo parlare molto ma non mi interessa. Mi concentro sul gruppo e sulla partita, difficile. La loro curva spingeva molto e magari l’arbitro la soffriva un pò, ma facciamo gruppo e guardiamo avanti con il sorriso, vogliamo arrivare più in alto per noi e per i tifosi”. E ancora: “Abbiamo giocatori di qualità e con questi si riesce ad uscire dai momenti difficili. La mia stagione? Dopo anni ad alti livelli bisogna sempre far parlare il campo, sono felice oggi di essere importante per la squadra. Contento per il gruppo”.

I più letti