Trapani, Calori: "Fare il massimo non è bastato"

Serie B
calori_trapanicalcio

"E’ stata una delusione enorme ma la nostra rincorsa ha ridato dignità calcistica e speranza a una città che lo meritava - ha detto il tecnico - nulla da rimproverare ai miei ragazzi, non è il momento di parlare i futuro ma qui mi sono trovato bene"

Contro il Brescia, il Trapani ha salutato la Serie B. Nonostante la grande riscorsa dopo il cambio in panchina i granata non sono riusciti a mantenere la categoria. Tra i principali protagonisti della seconda parte di stagione c’è proprio il tecnico della squadra, Alessandro Calori, capace di ridare un’anima al gruppo e di condurlo ad un passo dalla salvezza. I siciliani dovranno ripartire dalla Lega Pro ma per definire il futuro della squadra e della panchina si dovrà attendere ancora. Due giorni dopo la delusione del Rigamonti, intanto, l’allenatore ha parlato in conferenza stampa.

"Delusione enorme"

"E' difficile fare i conti con questa enorme delusione - ha detto il tecnico - abbiamo avuto la possibilità di realizzare un'impresa straordinaria, al termine di una rincorsa entusiasmante ma allo stesso tempo complicata. Abbiamo speso tante energie e purtroppo nella gara secca di Brescia ci siamo ritrovati nella situazione di dover rincorrere sin dai primi minuti di partita e sappiamo tutti com'è andata. La nostra rincorsa ha ridato dignità calcistica e speranza a una città che lo meritava".

"Dare il massimo a volte non basta"

"Alla città di Trapani voglio dire che ho dato tutto me stesso per riuscire a ribaltare una situazione che al termine del girone di andata pareva già compromessa. E il mio dispiacere, considerate le premesse e quanto si era riuscito a fare, è davvero enorme. Peccato, bastava davvero poco per riuscire a compiere un’impresa. Non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi, hanno dato il massimo ma a volte nemmeno questo basta, è il calcio".

Sul futuro

Un commosso Calori ha poi parlato così di quello che potrà essere il suo futuro; il prossimo anno il tecnico sarà ancora in Sicilia in Lega Pro: "Futuro? Non è il momento di parlarne perché adesso bisogna sbollire e superare la delusione, poi ci sarà modo di sedersi intorno a un tavolo con la dirigenza per fare le valutazioni del caso. Mi sono trovato bene qui, Trapani è una città fantastica perché mette in risalto i valori e le cose davvero importanti della vita".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche