Playoff Serie B, Carpi-Frosinone 0-0: highlights

Serie B

La semifinale d'andata del "Cabassi" termina 0-0 senza lasciare grandi emozioni. Le due squadre producono poche occasioni da gol e rimandano il discorso qualificazione al match di ritorno, dove nei biancorossi mancherà lo squalificato Sabbione

CARPI-FROSINONE 0-0

Si conclude senza reti la prima semifinale playoff tra Carpi e Frosinone. La partita inizia con una sorpresa tra i 22 in campo. Jerry Mbakogu non recupera pienamente dall'infortunio ed è costretto ad accomodarsi in panchina. Con l'assenza del nigeriano Castori opta per Lollo in appoggio all'unica punta Lasagna. Solito 3-5-2 invece per il Frosinone, con Dionisi-Ciofani a comporre il tandem d'attacco. È proprio l'attaccante cresciuto nelle giovanili del Pescara a costruire la prima occasione da gol del match, ma il suo colpo di testa sorvola di poco la traversa e grazia i padroni di casa. Il timore dei biancorossi nei confronti degli avversari non si attenua e servono addirittura 39 minuti per vedere la squadra di Castori fare un tentativo in fase offensiva: il tiro è di un difensore, Poli, ma la sua traiettoria termina ampiamente lontano dalla porta. Sull'altra metà campo il Frosinone è senza dubbio più volenteroso ma Belec, fatta eccezione per un'altra conclusione a incrociare di Ciofani, può dormire sonni tranquilli per tutto il primo tempo. 

Il secondo tempo

Nella ripresa gli scenari in campo si invertono. Il Carpi prende coraggio e mette pressione ai ciociari, costretti a indietreggiare e compattarsi per non prendere il gol. Nonostante una maggiore intensità i biancorossi non riescono comunque a impensierire Bardi che compie il suo unico intervento su una situazione di fuorigioco. Castori prova a giocarsi la carta Mbakogu poco prima della mezz'ora ma subito dopo è costretto a rivedere i suoi piani per l'espulsione di Sabbione, cacciato via dall'arbitro per doppia ammonizione. Nel mezzo la grande occasione per Dionisi che a giro sfiora l'incrocio. I padroni di casa provano il colpo di coda a quattro minuti dal 90' ma il destro di Di Gaudio è centrale e Bardi blocca in tranquillità. È l'ultimo sussulto di un match deludente dal punto di vista delle emozioni, ma che rende ancora più attraente il ritorno di lunedì, in programma al Matusa. Alla squadra di Marino basterà un pari per accedere in finale.

I più letti