Salernitana già al lavoro: a riposo Bernardini

Serie B

Dopo il successo in Coppa Italia contro l'Alessandria, la formazione granata è subito tornata in campo per preparare la sfida con il Carpi: a riposo precauzionale Alessandro Bernardini a causa di una tendinite

La vittoria per 2-1 contro l’Alessandria e adesso la sfida al Carpi in programma sabato sera e valida per il terzo turno eliminatorio di Tim Cup, a poche ore dal successo ottenuto all’Arechi la Salernitana è subito tornata al lavoro. Alberto Bollini, infatti, ha ritrovato la squadra in mattinata al campo "Mary Rosy": gruppo granata diviso in due, lavoro defaticante per chi è sceso in campo contro l’Alessandria, per gli altri invece riscaldamento tecnico seguito da una partita finale sotto l’occhio vigile dell’intero staff tecnico granata. E’ rimasto precauzionalmente a riposo a causa di una tendinite Alessandro Bernardini, ma le sue condizioni non sembrano preoccupare. Diversa, invece, la situazione relativa a Francesco Orlando, che quest’oggi si sottoporrà all’intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro nella giornata presso la Clinica Paideia di Roma. Salernitana che tornerà ad allenarsi nella giornata di martedì alle ore 18 al campo "Mary Rosy" per proseguire nella preparazione in vista della sfida con il Carpi.

Bollini: "Bisogna migliorare a livello di squadra"

Una gara sicuramente insidiosa, che la Salernitana è riuscita a portare a casa grazie ai gol di Bocalon e Sprocati, questo il commento dell’allenatore granata Alberto Bollini subito dopo il successo sull’Alessandria nel secondo turno eliminatorio di TIM Cup: "Il calcio d’agosto riserva sempre delle sorprese, ma per me l’Alessandria non lo è sicuramente stata. Dal punto di vista tattico abbiamo fatto la partita che volevamo, ma sappiamo bene che c’è ancora tanto da lavorare e da migliorare. Abbiamo diversi margini di miglioramento e dobbiamo essere bravi a crescere e a farci trovare pronti per l’inizio del campionato. Al di là dei singoli bisogna migliorare a livello di squadra. In un campionato così lungo come quello di Serie B ciascun ruolo deve essere interpretato da più giocatori, ecco perché nel corso della stagione sarà fondamentale l’apporto di tutti", ha concluso Alberto Bollini.

I più letti