user
24 agosto 2017

Avellino, Marchizza: "Novellino importante, mi ispiro a Barzagli"

print-icon
Marchizza

Riccardo Marchizza (a sinistra) con la maglia della Primavera della Roma (Foto: LaPresse)

Il difensore, prodotto del vivaio giallorosso, è stato acquistato dal Sassuolo che a sua volta l'ha girato in prestito ai campani. Dopo il primo allenamento, Marchizza è stato presentato alla stampa: "Sono concentrato per la nuova avventura"

Un futuro che sembra già promettere grandi cose, per Riccardo Marchizza. Un trascorso di successo nella Primavera della Roma, dove è stato anche capitano, lo ha portato a raggiungere la maturità. 19 anni compiuti lo scorso marzo, il difensore è stato acquistato dal Sassuolo, ma gli emiliani hanno preferito girarlo in prestito all’Avellino in questa stagione, per favorirne la corretta crescita per gradi. Marchizza, dunque, giocherà con i campani il prossimo campionato di Serie B. Il club ne ha comunicato così l’acquisto a titolo temporaneo: “L’U.S. Avellino comunica di aver perfezionato dal Sassuolo l’acquisizione a titolo temporaneo del diritto alle prestazioni sportive del difensore Riccardo Marchizza. Il calciatore, nato a Roma il 26 marzo 1988, dopo gli esordi nel settore giovanile della Tor Lupara, passa alla Roma con la cui Primavera conquista in due stagioni un Campionato Primavera, una Coppa Italia Primavera e una Supercoppa Primavera. Nella stagione 2016-2017 è aggregato alla prima squadra allenata da Spalletti. L’8 settembre 2016 il suo esordio con la Roma, subentrando nel finale di partita di Europa League, contro l’Astra Giurgiu. Lo scorso luglio il difensore passa al Sassuolo a titolo definitivo. Marchizza vanta inoltre esperienze con l’Under 16, l’Under 18, l’Under 19 (partecipando agli Europei 2016), disputando quest’anno i Mondiali della Nazionale Under 20”.

L'importanza di Novellino

Marchizza ha svolto il suo primo allenamento in biancoverde, per poi essere presentato alla stampa. “Novellino ha ricoperto un ruolo fondamentale per me, perché ci siamo sentiti spesso durante l’estate. Confesso di essere felice e onorato di mettermi a disposizione di un allenatore così esperto, è stato decisivo per il mio arrivo qui” ha esordito l’ex giallorosso. Ma l’allenatore dell’Avellino non è stato l’unico elemento determinante per il buon esito dell’operazione: “Tovalieri mi ha avuto da piccolo, ha avuto un ruolo importante sia per il mio trasferimento sia per il mio percorso di crescita”. Dal punto di vista tattico, il giocatore può essere impiegato in diverse posizioni: “E' normale che negli anni giocare a sinistra mi ha aiutato tantissimo. Sono l'ultimo arrivato, ma già dal primo allenamento mi sono trovato bene con i miei compagni”.

Avellino nel destino

Il passaggio all’Avellino era già scritto nel destino di Riccardo Marchizza. “La mia storia con l'Avellino inizia tre anni fa. Il direttore mi aveva fatto una mezza promessa, per quanto riguarda quest'estate appena finito il campionato con la Roma ero già d'accordo con la società successivamente sono passato al Sassuolo, ma fin da subito avevo comunicato al procuratore di voler venire qui ad Avellino. Ovviamente tutto questo mi ha scombussolato un po’: dopo dieci anni di Roma, sono stato acquistato dal Sassuolo e ora sono qui” ha raccontato il difensore. Che poi spende subito belle parole nei confronti dell’ambiente: “Tutti mi hanno parlato molto bene della piazza. Mi piace il fatto che rispetto alle altre ti mette quella passione in più. Per me passare tra i professionisti sarà un grande viatico. Mi ispiro a Barzagli, magari spero di raggiungerlo per quello che ha fatto. Il mondiale è stata una grande esperienza per me. E' una vetrina importante per la mia crescita”.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi